Bill Gates si cancella da Facebook

Autorità e normativeSorveglianza

Bill Gates, co-fondatore di Microsoft, è contrario alla politica del governo Usa in tema di immigrazione e privacy. E spiega perché ha dato l’addio al suo profilo su Facebook

Niente overdose di amici per Bill Gates, co-fondatore di Microsoft (ora in “pensione”), che ha dato l’addio a Facebook, anche se Microsoft è proprietaria di una fettina del popolare sito di social network. Dopo essere tornato alla ribalta per dei brevetti, alcune lezioni di fisica e per aver finalmento detto la sua su Google Chrome (l’attacco di Google contro il sistema operativo Windows), Bill Gates si è tolto un altro sassolino dalla scarpa.

Su Facebook Bill Gates aveva ricevuto troppe richieste di amicizia: oltre diecimila. E, in questa folla, individuare i veri amici da quelli fasulli e cialtroni, era troppo complicato anche per Bill Gates. In fondo il social networking è qualcosa che ha a che fare con la comunicazione online, pre-esistente a Facebook. Lo ha detto in un convegno a New Delhi.

Gates ha inoltre spiegato di essere contrario alla politica del governo Usa in tema di immigrazione (national identity card) e privacy riguardo alla e-health: i medici devono poter condividere i dati per curare al meglio i pazienti. Microsoft ha anticipato Google nel mercato e-health della ricerca online in camice bianco.

Invece Gates è sempre innamorato della tecnologia e crede che la recessione sia un’opportunità per spingerla ancora: i cellulari in futuro riconosceranno le persone o testeranno malattie, i computer saranno equipaggiati con il riconoscimento vocale e Internet sarà usata ben oltre il Web.

Di’ la tua nel blog Vista dall’alto: Bill Gates controlla gli uragani…

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore