Bill Gates stronca la pubblicità di Apple

Sistemi OperativiWorkspace

Apple lancia messaggi pubblicitari lungo le principali rotte aeree
dichiarando esplicitamente che il suo sistema è molto più innovativo e sicuro di
qualunque cosa abbia mai realizzato Microsoft

IL GRANDE RE dell’universo Bill Gates ha definitivamente preso posizione contro il solito mantra che Jobs sta da tempo raccontando circa i fasti del sistema operativo OS X. Sono già alcuni mesi che Apple lancia incessantemente messaggi pubblicitari lungo le principali rotte aeree dichiarando esplicitamente che il suo sistema è molto più innovativo e sicuro di qualunque cosa abbia mai realizzato Microsoft. In un’intervista pubblicata su NewsWeek Gates risponde a tono, tessendo un lungo elogio dell’ultima versione del suo sistema operativo, con la sua innovativa side bar, i menu, il parental control e così via. Gates a quanto pare avrebbe preferito che, da parte di Apple, non si fosse evidenziato che queste funzioni erano già presenti sul sistema operativo del Mac. Inoltre pare che gli abbia dato molto fastidio l’affermazione secondo cui, per far girare Vista, un PC attuale ha bisogno di una difficile operazione chirurgica per essere aggiornato. Gates, piccato, ha obiettato che è molto più facile ed economico aggiornare un PC rispetto ad altri sistemi (leggi Apple). Ha sostenuto che, se non altro, con un PC è sempre possibile decidere se acquistarne uno nuovo o procedere a un aggiornamento. E continua: “Non so perché [Apple] mantiene quell’aria di superiorità. Io non l’ho mai fatto. Non c’è la minima traccia di oggettività in quello che affermano.” La maggior parte degli utenti Apple diranno che è un gioco da ragazzi aggiornare un Mac. Ma Gates non smette di irritarsi quando l’intervistatore gli fa notare che egli stesso ha espresso, in altra occasione, il concetto che Microsoft sta seguendo Apple sulla strada dell’innovazione. E così Gates afferma che se si confrontano i due sistemi caratteristica per caratteristica, quello Microsoft supera l’altro in tutti i campi. Se errore c’è stato, afferma ancora Bill, è nell’aver annunciato pubblicamente i dettagli del loro software, permettendo ad Apple di attaccarli prima che Microsoft dimostrasse quale è il livello di sicurezza del nuovo sistema. Non è d’accordo sull’opinione secondo cui il sistema Apple risulterebbe in qualche modo più sicuro di Windows. Racconta, infatti, che esperti di sicurezza forzano il sistema Mac praticamente ogni giorno e sfida qualcuno a fare la stessa cosa su una macchina Windows una volta al mese. Ammette solo che Windows ha impiegato più tempo a raggiungere un’interfaccia grafica accettabile, ma ricorda anche che è stato Microsoft a proporre per primo le barre di menu, file, edit, view e così via. Altre informazioni le trovate qui .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore