Bing dentro Yahoo!: addio algoritmi, il cuore sono i contenuti

Aziende

L’accordo fra Microsoft e Yahoo!, che vede quest’ultimo motore di ricerca abdicare alla sua tecnologia per sposare Bing, comporta un cambio di filosofia. Yahoo! saluta algoritmi e hi-tech, per darsi ai contenuti

Mentre le società di analisi e gli esperti hi-tech si chiedono cosa comporti davvero l’atteso accordo fra Microsoft e Yahoo!, un primo effetto sarà presto visibile.

Yahoo! vedrà lo storico motore di ricerca (uno dei pochi superstiti del Web 1.0, quando esistevano ancora Altavista e Lycos) abdicare alla sua tecnologia per sposare Bing.

Yahoo! si distingueva da Google, perché il primo era un motore di ricerca redazionale (in cui all’inizio erano predominante il fattore “umano” e il concetto di bookmark compilato da persone in carne ed ossa), mentre Google era il motore tutto matematica ed algoritmi.

Ma la tecnologia c’era e c’è in Yahoo!, tanto che leggere che diventerà “powered by Bing” (ovvero da Microsoft) fa comunque impressione. Gli ingegneri di Microsoft hanno fatto complimenti a Search Monkey , ma è difficile capire che fine farà Boss (per esempio).

Yahoo!, che ha appena mostrato tutti i suoi gioielli della corona all’ Open Hack Day , dovrà un po’ mettere da parte le sue ambizioni hi-tech, per focalizzarsi sui contenuti, trasformandosi una Media Company. “Una Aol più grande e più viola” dicono un po’ i maligni.

Il rischio è la fuga dei cervelli, se Microsoft non saprà valorizzare gli ingegneri e italenti che hanno realizzato in questi mesi cose come Search Monkey , BOSS (Build your Own Search Service), Fire Eagle per le applicazioni localizzate, Blueprint , YUI JavaScript library per le applicazioni AJAX, ma anche Yahoo! Open Strategy (YOS) e YQL (Yahoo! Query Language).

Ora invece Yahoo!, in veste di media company, dovrà concentrarsi soprattutto sulla nuova home page Front Doors, che strizza l’occhio a Facebook, Twitter, eBay e ai social network.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore