Bing sottrae quote di mercato a Google

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
L'online è il tallone d'Achille di Microsoft

Secondo comScore Bing e Yahoo! guadagnano quote di mercato alle spese di Google. Ad un anno dalla firma, la storica alleanza fra Bing e Yahoo! dà i suoi frutti

Mentre Yahoo!, dopo la cacciata di Carol Bartz, riflette sul suo destino e si chiede se sia l’ora di comporare Aol o no, comScore fotografa per la seconda  volta un’inversione di tendenza nel mercato dei motori di ricerca. Bing e Yahoo! guadagnato market share alle spese di Google. Fra luglio ed agosto Google è lievemente calato, dal 65.1% al 64.8% nelle statistiche dei motori di ricerca Usa. Si tratta del secondo declino mensile, vista la calma piatta di giugno.

Yahoo! ha leggermente guadagnato uno 0,2% attestandosi al 16.3%. Il motore di ricerca di Microsoft, Bing, è balzato dal 14.4% al 14.7%. Il decennale accordo di partnership stipulato un anno fa da Yahoo! e Microsoft sta finalmente dando i suoi frutti: all’inizio sembrava che Bing potesse cannibalizzare solo Yahoo!, ma ora pare che Bing e Yahoo! possano sottrarre quote di mercato alla, fino a ieri invincibile, Google.

Microsoft ha lanciato Bing nel 2009, ed è grazie a un’intesa con Facebook che Bing sta acquisendo popolarità: infatti il motore di Microsoft può fornire dati provenienti da Facebook (per gli utenti del social network che non impostano la privacy). Google ha di recente lanciato Instant Pages, una funzionalità che permette agli utenti del browser Chrome connessioni più veloci (fra i 2 e i 5 secondi) dai links risultanti dalle interrogazioni. Google ha un miliardo di utenti mensili e fattura la maggior parte dei 29.3 miliardi annuali dall’advertising online associato al motore di ricerca.

Bing su una versione test di Windows 8
Bing su una versione test di Windows 8
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore