Biscotti avvelenati

AccessoriWorkspace

I siti Web del Governo degli stati Uniti controllano i loro visitatori installando nei PC degli utenti dei cookie "spioni"

La denuncia è del giornalista americano Declan McCullagh noto per le sue inchieste in tema di privacy e problematiche high-tech. Ricordiamo che i cookie (in italiano “biscottini”) sono dei piccoli file che vengono memorizzati durante la navigazione nei PC degli utenti. In genere sono innocui e contengono informazioni su una pagina Web, come la modalità di visualizzazione ed eventuali preferenze. Possono però anche essere utilizzati in modo fraudolento per tracciare e spiare la navigazione degli utenti. Lo scandalo coinvolgerebbe questa volta non solo siti di tipo militare, ma anche quelli di pubblico servizio. Il Pentagono ha escluso un coinvolgimento diretto dichiarando di essere all’oscuro dei fatti. La patata bollente passa ora a WebTrends, l’azienda specializzata nel marketing on-line alla quale appartengono i cookie. Potrebbe trattarsi di un altro caso di violazione della privacy dopo quello delle intercettazioni di massa ammesse dal presidente Bush.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore