Bitcoin si espande in Italia e nell’e-commerce con Expedia

AziendeE-commerceMarketing
Bitcoin si espande in Italia e nell'e-commerce con Expedia
3 0 Non ci sono commenti

Il primo Bancomat Bitcoin sbarca in Italia, si tratta della 21esima macchina in Europa. Il sito Expedia ha deciso di aprire alla moneta virtuale

Il primo Bancomat Bitcoin sbarca in Italia, si tratta della 21esima macchina in Europa. Dal 26 giugno alla Stazione Termini di Roma sarà possibile acquistare e vendere la moneta virtuale. Intanto la criptomoneta si espande nell’e-commerce. Il sito Expedia ha deciso di aprire ai Bitcoin: verranno accettati per pagare le prenotazioni di alberghi.

Secondo Coinmap un numero sempre crescente di esercenti anche nel nostro Paese accetta criptomonete: si aggirano sui 200 gli esercenti che già accettanno Bitcoin in Italia. Sono 60 mila i negozianti online che accettano le monete virtuali nel mondo.

Bitcoin si espande in Italia e nell'e-commerce con Expedia
Bitcoin si espande in Italia e nell’e-commerce con Expedia

Robocoin Kiosk, dell’azienda Robocoin USA, è il primo ATM Bitcoin bidirezionale, portato in Italia dall’imprenditore trentenne Federico Pecoraro, CEO Robocoin Italia e verrà inaugurato il 26 giugno alla Stazione Termini di Roma, in occasione del No Cash Day.

E la cripromoneta, frutto di un algoritmo matematico, si espande anche nell’e-commerce: Expedia, uno dei più grandi siti di viaggi online, ha deciso di accettare pagamenti in Bitcoin da parte di chi prenota un hotel. Inizialmente, i Bitcoin verranno accettati solo in fase di booking e solo negli USA: ma si tratta di una sperimentazione. Ma per Bitcoin si tratta di una conferma, passata la tempesta di Mt. Gox.

Intanto Google e Yahoo! Finance, portali finanziari di Google e Yahoo!, hanno deciso di quotare i Bitcoin. Verranno offerte quotazioni, notizie e conversioni con le principali valute mondiali. Già a febbraio Microsoft ha aggiunto i Bitcoin al servizio di conversione valuta di Bing.

I mesi turbulenti trascorsi da Bitcoin sembrano alle spalle. L’apertura di Expedia segue quella di piccoli siti come Travel Keys e CheapAir, ma ha un significato simbolico: significa l’ingresso delle monete virtuali nel mainstream.

Del resto, anche PayPal sta definendo tempi e modi per integrare l’opzione Bitcoin nei suoi metodi di pagamento, secondo il Wall Street Journal. E negli Stati Uniti la Federal Election Commission ha sdoganato l’uso di Bitcoin anche nelle donazioni elettorali.

Insomma, dopo la tempesta, tornerà il sereno? Pare di sì, ma ciò non toglie che rimarrà la volatilità. Anche Expedia non terrà i Bitcoin, ma converterà la moneta virtuale in dollari americani in 24 ore, secondo il Wall Street Journal. Segno che l’instabilità è ancora nell’aria.

– Che cosa sapete della moneta virtuale Bitcoin? Mettetevi alla prova con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore