Black Hat 2010 nell’era Mobile

CyberwarMarketingSicurezza

Il fondatore della conferenza Black Hat Jeff Moss conferma: L’interesse dell’hacking si sta spostando sulle vulnerabilità mobili

Se il mercato smartphone cresce a doppia cifra, significa che siamo nell’era del Mobile. Del resto, mentre il mercato Pc cresce del 22%, il mercato smartphone corre al ritmo del 43%. Anche Black Hat USA 2010, a Las Vegas dal 24 al 29 accenderà i fari sulle fragilità e le vulnerabilità del mobile.

Lo ha detto il fondatore della conferenza hacker e Security, Jeff Moss, conferma: it’s all mobile all the time“. L’interesse dell’hacking si sta spostando sulle vulnerabilità mobili. Siamo nell’era mobile e le falle vanno cercate nei sistemi operativi e nelle applicazioni mobili.

Verranno esplorati timing attacks e vulnerabilità smart grid. Black Hat punterà l’indagine sulla sicurezza degli app store e delle Web app, alla luce della violazione delle carte di credito dei 400 utenti di Apple iTunes.

Presso lo stand 33 della conferenza al Caesars Palace, StoneSoft mettera’ in scena Hack The Lab: tramite la simulazione di un attacco da parte di un hacker, l’obiettivo è quello di mostrare e dimostrare come puo’ essere semplice eludere i sistemi di sicurezza e rubare informazioni e dati confidenziali e, di conseguenza, quanto e’ importante adottare le tecnologie piu’ avanzate per proteggere le proprie infrastrutture di rete.
Leggi anche: La sicurezza IT non va in vacanza

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore