Blackberry getta la spugna: smartphone prodotti da terzi

MobilitySmartphone
Blackberry annuncia lo smartphone DTEK60
2 10 Non ci sono commenti

L’azienda canadese cessa lo sviluppo interno di Blackberry. Ha siglato un accordo di licenza con l’indonesiana BB Merah Putih per produrre, distribuire e promuovere i device del pioniere dell’email. Il CFO James Yersh è stato sostituito da Steve Capelli (Sybase di SAP)

Dopo Palm e Nokia, anche Blackberry, in seguito all’ennesima trimestrale negativa, ha detto stop: rinuncia a produrre il suo hardware, il passaggio ad Android non è stato sufficiente o è stato tardivo per salvare i bilanci e mantenere in casa la manifattura. Blackberry ha deciso che gli smartphone verranno realizzati da terzi: lo sviluppo e il design in outsourcing hanno fatto guadagnare il 3% al titolo negli scambi pre-market, per salire al 6% a inizio seduta. Il CFO James Yersh è stato sostituito da Steve Capelli proveniente da Sybase di SAP, segno di una riorganizzazione in corso, mentre il pioniere dell’email mobile sceglie di cessare lo sviluppo interno degli smartphone.

I Blackerry saranno prodotti in outsourcing
I Blackerry saranno prodotti in outsourcing

BlackBerry ha archiviato il secondo trimestre, registrando calma piatta nel guadagno per azione. Il fatturato si attesta a 352 milioni di dollari, sotto le attese. I ricavi derivanti da software raddoppiano a 156 milioni di dollari in un anno, ma in calo su base sequenziale: meno dei 166 milioni di dollari del trimestre precedente. La perdita netta è pari a 372 milioni di dollari, pari a 71 centesimi per azione, contro i profitti da 51 milioni di dollari, o 24 centesimi per azione. Esclusi i 147 milioni di dollari di spese per la riorganizzazione, l’azienda ha tagliato il traguardo del break even.

Il Chief Executive Officer John Chen, colui che ha rifocalizzato l’azienda su software e servizi e aveva dato l’addio al sistema operativo BB per Android, ha siglato un accordo di licenza con l’indonesiana BB Merah Putih per produrre, distribuire e promuovere device a marchio Blackberry.

Questa è una decisione decisiva, afferma l’analista tecnologico John Jackson di IDC. Il dado è stato tratto con l’acquisizione di Good Technology, azienda specializzata in sicurezza mobile. L’unità software e servizi registra ricavi con alti margini per 156 milioni di dollari contro i 105 milioni di dollari del business dei dispositivi.

Il business device, chiamato Mobility Solutions, si concentrerà sullo sviluppo di applicazioni e una versione extra-sicura di Google Android da offrire in licenza ad altri vendor.

DTEK60 sarà il prossimo BlackBerry con OS Android: è atteso nel secondo trimestre 2017. Il predecessore DTEK 50 è stato realizzato da Alcatel OneTouch.

Nell’ultimo rapporto Gartner, la diffusione del BlackBerry si è ridotto al lumicino, passando dallo 0,3% al modestissimo 0,1%. L’86,2% degli smartphone è equipaggiato con Android, secondo Gartner. Apple ha invece archiviato il secondo trimestre perdendo il 2% in un anno: ora detiene il 12,9% del mercato. Windows è crollato dal 2,5% allo 0,6%.

Whitepaper – Sei interessato ad approfondire l’argomento? Scarica il whitepaper: Siete in grado di garantire una mobile experience di qualità?

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore