BlackBerry nella bufera: l’Arabia Saudita sblocca, ma India e Germania protestano contro i codici criptati

AccessoriMarketingMobilityWorkspace

L’Arabia Saudita è prossima a un accordo con Rim. Nel frattempo anche la Germania si unisce al coro contro i Blackberry

Il Blackberry, che ottiene il via libera in Arabia Saudita, è ancora nell’occhio del ciclone in India e perfino in Germania. Il ministero degli Interni dell’India vuole imporre a Rim, per motivi di sicurezza, la condivisione dei codici criptati per ottenere l’accesso ai messaggi inviati con i servizi di e-mail mobile del Blackberry.

L’Arabia Saudita è invece prossima a un accordo con Rim, e toglie il blocco ai servizi Messenger per gli utenti di Blackberry. Rim ha promesso server in Arabia Saudita per venire incontro alle richieste (di sicurezza e tecno-controllo sociale) delle autorità di Riad.

Ma il Blackberry non è solo nella bufera in Medio Oriente, bensì anche nella democratica Europa. “Gli standard di accesso” – ha sollevato il problema il Thomas de Maizière, ministro dell’interno tedesco “devono essere definiti dal governo e non da una compagnia privata”.

Emirati Arabi Uniti, Turchia, Libano, Kuwait, Algeria e Indonesia hanno espresso lamentele contro Rim.

Leggi anche: Caos BlackBerry in Medio Oriente, stop anche dall’Arabia Saudita

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore