Blackberry Passport è a scaffale, ora focus su profittabilità

AziendeMarketingMobility
Blackberry Passport, scelta coraggiosa
1 0 1 commento

Dopo la commercializzazione del nuovo Blackberry Passport, ora l’azienda canadese punta su pochi device, ma superiore profittabilità

Ora che Blackberry Passport è in commercio, l’azienda canadese si focalizzata sulla profittabilità. Dopo aver completato il piano di ristrutturazione biennale, il Ceo John Chen ha promesso che l’azienda da lui guidata preferisce avere a scaffali pochi modelli (Passport e Classic), ma concentrarsi sulla profittabilità.
Secondo IDC, il Blackberry è sceso sotto l’1%, con 9,7 milioni di device venduti nel 2014, Blackberry deve recuperare market share. BlackBerry è scesa da 2.5 a 2.3 milioni di dispositivi nell’ultimo trimestre (fonte: Strategy Analytics): il market share è crollato dall’1 allo 0,7%.

Blackberry ha venduto asset, ha stipulato partnership per tagliare i costi di produzione e ha ampliato l’offerta di app. Il 59enne Chen, nato a Hong-Kong, il cui nome è legato a Sybase, venduta a SAP per 5,8 miliardi di dollari nel 2010, scommette sulla profittabilità: dopo aver toccato il fondo, BlackBerry è sopravvissuta e ora punta sulla crescita. Il debutto di Passport va nella giusta direzione.

Blackberry Passport a scaffale, ora focus su profittabilità
Blackberry Passport a scaffale, ora focus su profittabilità

BlackBerry Passport è l’ultimo smartphone disponibile in Italia al costo di 649 euro. Il nuovo Passport di BlackBerry si distingue per lo schermo quadrato FULL HD da 4.5 pollici, a 453ppi e con una risoluzione da 1440×1440, in grado di visualizzare fino a 60 caratteri, protetto da Gorilla Glass.
BlackBerry Passport non rinunciare alla tastiera che vanta speciali funzionalità touch che le permettono di compiere più azioni sullo smartphone. La nuova tastiera del BlackBerry Passport, grazie a una superficie sensibile al tocco, consente di eseguire molte funzioni touch direttamente sulla tastiera, come scorrere le pagine web, toccare per scrivere o sfiorare i pulsanti per muovere il cursore, lasciando l’intero schermo per la visualizzazione.
Inoltre il BB Passport ha una batteria da 3450mAh, con un‘autonomia dichiarata di 30 ore di uso misto, e un chip Quad Core 2.2 GHZ abbinato a 3 GB RAM e 32GB di storage interno, mentre la fotocamera sul retro è da 13 MP.
Il sistema operativo è BlackBerry 10.3 con funzionalità quali BlackBerry Assistant, BlackBerry Blend e Amazon Appstore. Il sistema ha aggiornato le icone e ha una barra d’azione che permette a ciascun utente di fruire delle funzioni di maggior uso al centro dello schermo.
Dal Passport è possibile accedere a BlackBerry Blend che porta senza interruzioni la messaggistica e i contenuti presenti sul BlackBerry Passport anche su computer e tablet. Si possono ricevere notifiche istantanee, leggere e rispondere ai messaggi personali e di lavoro, e accedere a documenti, calendari, contatti, BBM e media in tempo reale sui dispositivi supportati Mac OS, Windows e Android.

Assistant è la risposta di BB a Apple Siri, Microsoft Cortana e Google Now: i comandi vocali e testuali aiutano gli utenti a gestire le email personali e di lavoro, i contatti, il calendario e altre applicazioni native BlackBerry 10. L’azienda ha spiegato che “Assistant determina in maniera intelligente come rispondere basandosi sul modo in cui interagisci con lui – se scrivi, ti risponde in silenzio, se parli, ti risponde a voce e se attivi il Bluetooth, ti risponde fornendoti dati aggiuntivi di contesto perché presuppone che tu non abbia accesso alla visualizzazione dello schermo”.

BlackBerry Classic debutterà a dicembre.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore