Blair accusato di essere filo-Microsoft

Management

La campagna elettorale inglese si infiamma dopo la partecipazione di Blair alla presentazione di Office Xp

Il Primo Ministro inglese Tony Blair, è stato criticato dallopposizione conservatrice le sue presunte simpatie per Microsoft. Blair ha presenziato a una dimostrazione del nuovo Microsoft Office Xp e questo avrebbe sollevato illazioni da parte degli avversari politici, anche se dalla segreteria laburista si sono affrettati a precisare che da Blair non viene alcun invito esplicito per lutilizzo di qualsiasi prodotto. Ma David Heathcoat-Amory, portavoce del Partito Conservatore per lindustria, non la pensa allo stesso modo Nel lancio del suo manifesto per il business sono sorpreso che il Partito Laburista si schieri così decisamente a favore di un prodotto commerciale. È la prova evidente delle sue strette relazioni con alcune grandi società. Le critiche nascono anche dopo le molte perplessità nate allindomani del lancio del Gateway project. La piattaforma fa parte dellobiettivo dichiarato dal Governo di portare il 100% delle sue pratiche online, entro il 2005. Il problema è che ad esempio per verificare la veridicità dei certificati digitali, si dovrà scegliere tra Equifax o ChamberSign. Ma ambedue per funzionare hanno bisogno dellInternet Explorer, con altri browser non funzionano. Anche il magazine Linuxuser ha denunciato il progetto www.gateway.gov.uk per non essere adeguato a chi non utilizza la combinazione Windows-Internet Explorer. Gli utenti Mac possono entrare in Gateway, ma non possono fare nulla, ma anche gli utenti Windows che navigano con Mozilla o Opera sono tagliati fuori si legge sullarticolo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore