Bloccata pedopornografia online

Sicurezza

Arrestato un trentenne che diffondeva contenuti on line attraverso siti
gestiti direttamente

Si intensifica l’attività di monitoraggio della Polizia Postale contro le attività illecite on line. Il Compartimento di Reggio Calabria, dopo una serie di indagini, ha individuato un trentenne responsabile dei reati di detenzione e divulgazione di immagini pedo-pornografiche nella rete internet attraverso due siti da lui gestiti. L’indagine in corso ha l’obiettivo di colpire i colletti bianchi che, pur non partecipando direttamente alle violenze sui minori, contribuiscono alla diffusione di questo turpe mercato, per scopi prettamente commerciali. In molti casi, i gestori di siti Internet illegali attraverso i quali i pedofili online trovano un binario privilegiato, ricevono lauti guadagni. Dall’indagine è stato accertato che l’arrestato, gestiva due siti con dominio .IT, che apparivano come normali spazi web dedicati al mondo delle quattro ruote. All’interno di entrambi vi erano diverse foto di raduni nazionali ed internazionali. Tuttavia, dalla pagina principale si poteva accedere ad una sezione contenente una galleria di foto di carattere pornografico, ritraenti donne adulte e giovani; l’immagine che ha destato l’attenzione del personale operante riguardava una ragazzina indotta in riprese erotiche.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore