Blog ancora in pericolo: un nuovo Ddl li vuole imbavagliare

Autorità e normativeNormativa

Ancora un Disegno di Legge vuole obbligare la blogosfera a iscriversi al Registro degli operatori della Comunicazione. I blogger potrebbero essere accusati di reati a mezzo stampa

Pochi mesi fa tiravamo tutti un sospiro di sollievo: sembrava che la blogosfera fosse finalmente salva. I blog l’aveva scampata bella, anche sotto il secondo governo Prodi: un Ddl sull’editoria li voleva imbavagliar e.

Ma il giurista Daniele Minotti ha scoperto che anche il Governo Berlusconi sta preparando un Disegno di Legge che potrebbe rendere obbligatoria l’iscrizione dei blog al Registro degli operatori di comunicazione (Roc), con implicazioni giuridiche. I blogger potrebbero infatti essere accusati di reati a mezzo stamp a.

Verrebbero esclusi soli i blog che non fanno attività di impres a: ma bastano Google Adwords e piccoli banner per rendere anche un blog personale, “frutto dell’organizzazione imprenditoriale del lavoro”.

Il Roc è il registro operatori di comunicazione presso l’autorità per le comunicazioni. L’iscrizione al Roc impegna in una dichiarazione annuale su come e quanto si guadagna e al pagamento di diritti annuali in rapporto agli stessi.

Se passasse la nuova normativa, non solo gli editori, ma anche i blog, come quello di Beppe Grillo, anche se gestito da un privato e non da un editore, diventererebbe ipso facto prodotto editoriale, soggetto alla normativa sulla stampa: quindi avrebbe limitazioni in caso di sequestro, ma otterrebbe responsabilità penali aggravate in caso di denuncia penale.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore