Blu-Ray ha già un erede

Aziende

Si chiama Hvd e la sigla nasce dal consorzio Holographic Versatile Disc

I dischi olografici vogliono già mandare in pensione Cd e Dvd, almeno nelle intenzioni. Si sta facendo largo in Giappone una nuova sigla, Hvd, che sta raccogliendo un certo consenso grazie al consorzio che la supporta. Il consorzio Holographic Versatile Disc nasce per dare luce allo standard del dopo Blu-ray e Hd Dvd. Lo storage olografico ha infatti subito una vera accelerazione negli ultimi tempi, meritandosi una roadmap per la commercializzazione. Fondatori del consorzio sono Optware, Fuji Photo Film e CMC Magnetics. Un terabyte è la promessa dei dischi ottici olografici, pari a 200 Dvd a layer singolo. La commercializzazione dei supporti olografici per il momento è tuttavia sperimentale: “solo” 100 Gbyte, prossimamente in arrivo da Optware.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore