Blue Coat offre una piattaforma di protezione e sicurezza per gli operatori mobili

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Con Blue Coat Vodafone implementa una soluzione per la protezione dei minori e per impedire l’accesso a contenuti illeciti dai telefoni cellulari

Le appliance ProxySG e Blue Coat AV di Blue Coat possono essere utilizzate dagli operatori mobili per evitare che i minori ricevano contenuti pornografici sui cellulari abilitati al collegamento a Internet. La soluzione, implementata nella rete dell’operatore mobile, garantisce inoltre la protezione contro virus, spyware e altri malware creati per colpire i terminali mobili.

Un esempio è la collaborazione con Vodafone cui Blue Coat fornisce a livello mondiale soluzioni di filtraggio dei contenuti necessarie per proteggere i bambini e gli utenti per cui è prevista l’implementazione di policy dall’accesso a contenuti e servizi inappropriati. Vodafone live! offre l’accesso a una vasta gamma di informazioni e contenuti di intrattenimento e svago: gli standard di definizione dei contenuti di questo servizio si basano sulle appliance di Blue Coat e sul Blue Coat WebFilter (motore e database di URL filtering) per fornire un servizio il cui primo criterio di selezione è la sicurezza . Il servizio è in fase di implementazione presso tutte le 17 aziende Vodafone operative a livello mondiale.

Infatti gli operatori mobili possono abbinare le appliance Blue Coat al database WebFilter Mobile che può catalogare all’istante i nuovi siti web alla prima richiesta da parte dell’utente e quindi bloccarli o consentirne l’accesso. Gli operatori possono vietare l’accesso a contenuti per adulti fino a che non sono in grado di confermare che l’età dell’utente sia adeguata.

L’operatore può individuare ogni singolo abbonato correlando simultaneamente informazioni provenienti dal database dell’elenco abbonati con gli attributi Radius e i dettagli del cliente contenuti nel Mobile Subscriber ISDN . Una volta che l’MSISDN viene associato ad un utente si possono applicare le policy per quella determinata sessione collegandola a dati per stabilire, ad esempio, se l’utente è un minore, un adulto o un utente aziendale.

Il servizio si avvale anche dell’elenco sulla pornografia infantile della I nternet Watch Foundation per evitare che qualsiasi utente acceda a contenuti illegali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore