Bluetooth 5 è ufficiale, pronto per l’era IoT

Internet of EverythingNetwork
Bluetooth 5 è ufficiale

Bluetooth 5, che copre un’area 4 volte maggiore e vanta una capacità trasmissiva 8 volte superiore al Bluetooth 4.2 LE, arriverà sul mercato nei prossimi mesi

Il Bluetooth Special Interest Group (SIG) ha pubblicato le specifiche della quinta versione dello standard Bluetooth. L’aggiornato Bluetooth 5, che copre un’area 4 volte maggiore e vanta una capacità trasmissiva 8 volte superiore alla release 4.2 LE, arriverà sul mercato nei prossimi mesi, per la precisione, fra due e sei. Entro il 2021 saranno attivi 48 miliardi di dispositivi connessi a Internet, di cui circa un terzo Bluetooth, secondo ABI Research.

Bluetooth 5 è più veloce ed è in grado di gestire un maggior numero di dati, pur mantenendo l’interoperabilità con le tecnologie wireless esistenti. Bluetooth 5, infatti, è il nuovo standard di comunicazione che raddoppia la velocità, quadruplica la portata rispetto all’ultima versione e si prepara all’avvento dell’era Internet of things (IoT).

Dalle specifiche della versione 5.0, emerge che il nuovo standard è stato ideato per sviluppare una rete di comunicazione che assicuri, sulla breve distanza, una banda di comunicazione sufficiente allo scambio dati tra elettrodomestici connessi ed altri dispositivi smart dell’Internet of Things.

Bluetooth 5 è ufficiale, pronto per l'era IoT
Bluetooth 5 è ufficiale, pronto per l’era IoT

1) Il chip ha una banda di comunicazione di 2 megabit al secondo (il doppio rispetto alla release 4.2).

2) Inoltre è capace di sincronizzarsi e comunicare con dispositivi distanti fino a 300 metri (distanza quattro volte superiore rispetto al range della versione 4.2).

3) Il tutto avviene senza pesare sul consumo di energia elettrica. Il consumo energetico si mantiene sugli stessi livelli della precedente release.

La versione 5 comprende anche update che consentono di minimizzare l’interferenza eventuale con altre tecnologie wireless come LTE e Wi-Fi, per evitare che tutti i dispositivi incontrino ostacoli, derivanti dalla co-esistenza, nelle case sempre più smart.

La nuova specifica dovrebbe rendere più performanti anche i Beacon Bluetooth. I dispositivi possono trasmettere e ricevere brevi messaggi entro brevi distanze: i negozi contattano potenziali clienti e li informano di offerte in corso. Servono bassi consumi – non ancora quantificati – e la flessibilità per gli sviluppatori.

All’inizio dell’anno prossimo, arriverà infine il Mesh networking, la capacità per i dispositivi di costituire hub che si danno l’un l’altro una mano per coprire distanze superiori.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore