BMW: La vera self-driving car su strada dal 2021

Dispositivi mobiliMobility
BMW: La self-driving car su strada dal 2021

BMW promette la sua vettura a guida autonoma dal 2021. Di livello 5: significa una self-driving car completa, mentre un’auto di livello 3 ha ancora necessità di un volante e di un guidatore in grado di intervenire se l’auto incontra problemi

BMW lancerà la sua self-driving car dal 2021. La casa automobilistica tedesca, sinonimo dell’Automotive di lusso, ha dichiarato che raggiungerà il Level-5 delle autonomous car fra quattro anni: i livelli di guida autonoma nelle vetture si misurano da 1 a 5, a seconda della capacità driverless senza interazione umana. Lo ha dichiarato il vice-presidente senior per l’Autonomous Driving di BMW, Elmar Frickenstein: “Nel 2021 saremo in grado di distribuire auto di livello 3, 4 e 5”, ha dichiarato in un panel a Berlino, spiegando la differenza fra i vari livelli di autonomia di una vettura.

BMW: La self-driving car su strada dal 2021
BMW: La self-driving car su strada dal 2021

Un livello 5 significa self-driving car completa, mentre un’auto di livello 3 ha ancora necessità di un volante e di un guidatore in grado di intervenire se l’auto incontra problemi.

La prestigiosa casa automobilistica tedesca ha venduto 147.800 vetture in tutto il mondo a febbraio, registrando un incremento del 3% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Si tratta di una crescita inferiore a quello messo a segno a gennaio, mese in cui aveva consegnato 143.600 esemplari, con un balzo del 7,2%.

Lo scorso luglio BMW ha annunciato una partnership con Intel e Mobileye per sviluppare self-driving dal 2021 circa. L’altro ieri Intel ha acquisito Mobileye, pagando 15 miliardi di dollari, confermando che la self-driving car sta entrando nel vivo. Mobileye, fondata nel 1999 da Amnon Shashua e Ziv Aviram, detiene il 70% del mercato globale dei sistemi driver-assistance ed anti-collisione. Impiega 660 dipendenti e registra entrate nette per 173.3 milioni di dollari (dati dell’anno scorso).

Secondo Goldman Sachs, il mercato delle vetture senza conducente (un affollato settore dove si sfidano Waymo di Alphabet e la cinese Baidu) passerà da 3 miliardi di dollari nel 2015 a 96 miliardi di dollari nel 2025, per impennarsi a quota 290 miliardi di dollari nel 2035. L’azienda di Santa Clara prevede che il settore dei sistemi e dati per l’Automotive sia destinato a valere 70 miliardi di dollari.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore