Bocciata la Legge Hadopi di Sarkozy per incostituzionalità

CyberwarSicurezza

In Francia stop alla Legge dei tre colpi, che prometteva di disconnettere i pirati del P2p, al terzo avvertimento. Internet è un servizio pubblico. Parigi dovrà correggere il testo legislativo

In Francia è incostituzionale la creazione di un’autorità amministrativa in grado di disconnettere dal Web chi infrangesse la Legge Hadopi con download illegali. Pertanto, nonostante la pressione delle Major, il Consiglio Costituzionale boccia la Legge Hadopi o Dottrina Sarkozy, di recente votata.

Internet è un servizio pubblico, e i cittadini francesi non possono essere privati dei diritti costituzionali.

Inoltre la Dottrina Sarkozy calpesta il concetto della presunzione d’innocenza, e Internet è ormai un caposaldo della libertà di espressione: “La libertà di comunicazione e di espressione, enunciata dall’art. 11 della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino, fin dal 1789 è oggetto di una costante giurisprudenza protettrice da parte del Consigio Costituzionale.

Rimane invece aperto l’interrogativo sul riconoscimento dell’indirizzo IP, ma solo se la pirateria audio-video verrà elevata a reato sociaslmente pericoloso come terrorismo, mafia e pedofilia. In quel caso, la Francia potrebbe aprire la strada alle perquisizioni domiciliari per acquisire le prove.

L’opposizione francese aveva sollevato undici punti d i possibile conflitto tra la Dottrina Sarkozy, che vuole disconnettere i pirati dopo il terzo avvertmento di file sharing illegale, e la Costituzione francese.

Ora il ministro dovrà mettere mano a un nuovo testo legislativo.

Di’ la tua in Blog cafè: Internet e la presunzione di innocenza

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore