Bocciati gli aiuti ai decoder

Autorità e normativeNormativa

È ufficiale: Rai, Mediaset e La 7 dovranno in parte rimborsare i circa 200
milioni di euro ricevuti tra il 2004 e il 2005

La Commissione europea ha emesso il suo verdetto: lo avevamo già anticipato giorni fa , e la bocciatura agli aiuti di stato ai decoder tra il 2004 e il 2005 è arrivata ufficialmente. Gli incentivi, elargiti dal governo Berlusconi, al Digitale Terrestre (Dtt) sono anti concorrenziali. Rai, Mediaset e La 7 dovranno in parte rimborsare i circa 200 milioni di euro ricevuti tra il 2004 e il 2005. Sono aiuti illegali che hanno dato un vantaggio indiretto ad alcuni operatori e non ad altri (escludendo Sky per il satellitare). Invece gli aiuti del 2006 in Sardegna e Valle d’Aosta sono ” tecnologicamente neutrali” e proporzionati: quindi sono salvati dalla scure della Ue. Gli aiuti non avrebbero dovuto falsare la concorrenza, secondo il commissario Neelie Kroes.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore