Bollette cellulare a rischio salasso

NetworkProvider e servizi Internet

L’associazione Aiip lancia l’allarme: addio alla regolamentazione Ue della telefonia mobile? La protesta monta in Rete

L’associazione Aiip mette in guardia gli utenti: “nelle prossime ore si chiuderà un patto di ferro tra i membri della Commissione Europea in virtù del quale il Presidente Barroso potrebbe decidere d i cancellare l’obbligo di regolamentazione dell’accesso alle reti mobili”. A rischio sarebbero le

bollette della telefonia mobile, che, col tramonto della regolamentazione Ue del settore, potrebbero risalire, dopo anni di discesa. “Per mettere pace tra le due supercommissarie europee, Viviane Reding e Neelie Kroes, in tutti i paesi europei” commenta l’Aiip “la Commissione Europea vuole eliminare la regolamentazione di buona parte della telefonia mobile, causando b ollette ancora più alte e meno concorrenza“.

La deregulation sarebbe “un fatto drammatico che diminuirebbe la già scarsissima possibilità di fare concorrenza nel settore e lascerebbe, ai pochi operatori mobili già esistenti, il potere di stabilire a quanto ammonta il pedaggio che gli altri operatori devono pagargli se vogliono accedere alla loro rete. Questo pedaggio sarebbe dunque messo fuori controllo, e conseguentemente porterebbe a prezzi più alti per i cittadini che già spendono cifre che sono tra le più alte del mondo per questo tipo di servizio2.

Che fare? Le associazioni AIIP, Altroconsumo e Anti Digital Divide consigliano ai consumatori di protestare online. Un’azione di protesta massiccia servirà a “alle persone che siedono a Bruxelles che i cittadini vogliono maggiore – e non minore – concorrenza nel settore della Telefonia mobile, e che non devono venir prese decisioni contro gli interessi dei consumatori”. Ulteriori approfondimento sono reperibili ai seguenti link:

http://blog.quintarelli.it/blog/2007/11/perche-le-nuove.html

http://www.altroconsumo.it/map/show/12340/src/185683.htm

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore