Bollette gonfiate, Telecom Italia blocca le chiamate a 144 e 899

NetworkProvider e servizi Internet

La disabilitazione dei numeri a sovrapprezzo è partita in sordina

Dopo anni di denunce da parte degli utenti e delle associazioni dei consumatori, qualcosa si muove : Telecom Italia inizia a bloccare le chiamate a 144, applicando la direttiva del Garante delle comunicazioni. I numeri che gonfiano le bollette vengono progressivamente disabilitati in tutta Italia. Chi vorrà essere abilitato a chiamare i numeri a sovrapprezzo, potrà chiedere esplicitamente di conservare la possibilità. D’ora in poi gli utenti saranno più tutelati contro i numeri pericolosi come 144, 166, 482, 483, 484 e 899: se non vorranno proteggersi, dovranno scegliere l’opzione di disabilitare il blocco. Rimarrà invece accessibile il numero usato per la beneficenza, il 485.

La disabilitazione non riguarder à gli utenti che da tempo avevano volontariamente scelto uno scudo difensivo: un codice segreto, per raggiungere i numeri a sovrapprezzo.

La disabilitazione parte in maniera progressiva: oggi Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia; dal 17 in Veneto, Trentino alto Adige, Friuli Venezia Giulia; dal 22 settembre, nelle Marche, Umbria e Emilia Romagna; il 24 settembre, in Toscana, Liguria, Abruzzo, Molise e Sardegna. Dal 30 in poi, nelle restanti regioni.

Tiscali già da metà luglio blocca i numer i 144 e 899. Il blocco AgCom invece partirà dal 1 ottobre.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore