Boom dei dati digitali

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Apple iPad 2

Una ricerca di Idc, sponsorizzata da Emc, stima che la quantità di informazioni digitali sarà pari a 58 miliardi di iPad da 32 Gbyte

Secondo Idc la quantità di informazioni digitali crescerà nel 2011 del 50% a quota 1.8 zettabyte. Un volume impressionante pari a 58 miliardi di iPad da 32GB, che, messi in fila, corrispondono alla lunghezza della Grande muraglia cinese. Lo riporta l’annuale Digital Universe report, Extracting Value From Chaos.

Però la crescita sta rallentando: nel 2011 l’incremento è del 50%, in frenata rispetto al 63% del 2010 e al 73% del 2008. Il “rallentamento” della crescita non è tuttavia drammatico. L’accelerazione avvenne nel 2008, dopodiché la crescita è rimasta sostenuta, ma inferiore rispetto a quel picco.

Le aziende avranno bisogno 10 volte l’attuale numero di server che essi hanno entro il 2020 per gestire tutti i dati. Serviranno nuove assunzioni negli staff IT. Molti dati inoltre finiscono sul cloud, e non solo nei computer. EMC (sponsor del report) ha infine rivelato che mentre il 75% dell’informazione nell’universo digitale viene generata da individui (che raccolgono foto, video e musica), alle aziende è affidato l’80% di questa informazione.

Boom dei dati digitali
Boom dei dati digitali
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore