Boom delle videoconferenze nel mondo aziendale Usa per via delleffetto Enron. In calo i voli daffari sulle rotte interne del Paese.

Workspace

Secondo un report di Business Travel Coalition, patrocinato da Unisys, cresceranno ancora i vettori aerei economici. Prevista anche una revisione delle tariffe dei domestic flight

Stando ai risultati di un recente sondaggio condotto da Business Travel Coalition (Btc) ed effettuato con il patrocinio di Unisys e con la collaborazione di Association of Corporate Travel Executives (Acte), le spese relative ai voli interni negli Stati Uniti sono diminuite. Fatta tra il 20 marzo e il 12 aprile di questanno, la ricerca – che aveva come obbiettivo il focus sui viaggi daffari tra i vari Stati americani – era focalizzata sia sulle spese di viaggio sia su quelle di supporto ai work-trip. La crisi che ha investito il settore non infatti un elemento isolato, ma strettamente collegato alle situazioni altrettanto difficili che ci sono nei comparti contigui a quello del trasporto aereo. Il sondaggio stato condotto intervistando 184 aziende acquirenti di servizi di questo tipo di trasporto, che hanno dichiarato di spendere ogni anno circa 2,9 miliardi di dollari in viaggi sulle rotte interne degli Stati Uniti, destinando un budget annuale medio di 15,8 milioni di dollari per questi servizi. Tra i dati pi significativi della ricerca, si segnala il fatto che nel 2001 le grandi aziende hanno ridotto del 16,5% le spese per i viaggi aerei, rispetto allanno precedente. Inoltre il 74% degli intervistati che una parte dei tagli effettuati lo scorso anno a queste spese, sarebbe diventata permanente con il 2002. In pratica, i risultati del sondaggio indicano che le principali compagnie aeree riscontrano continue riduzioni nel numero di viaggiatori daffari sui propri voli. Sembra inoltre che ci sia una disponibilit di posti sui voli decisamente in anticipo sulla domanda. Si osserva poi che il segmento delle compagnie aeree a basso costo si consolidato tra i grandi acquirenti di servizi di trasporto aereo. Lulteriore affermazione di questo segmento riflette lattuale disponibilit delle societ a siglare accordi, superando le resistenze del passato. Il 72,8% degli intervistati ha infatti dichiarato che nel 2001 le rispettive societ hanno incrementato il numero di tratte effettuate con voli delle compagnie aeree a basso costo, Inoltre il 68,5% degli intervistati ha precisato che – rispetto allo scorso anno – intendono avvalersi ulteriormente delle offerte relative a questo tipo di voli. Sempre nel 2001, il 78,3% degli intervistati ha incrementato – rispetto al 2000 – luso di alternative tecnologiche ai prodotti delle compagnie aeree, tra cui una delle pi diffuse la videoconferenza. Inoltre l86% degli intervistati ha dichiarato di prevedere di incrementare, rispetto al 2001, luso di alternative tecnologiche ai viaggi aerei daffari. Anche in questo caso, la videoconferenza una delle alternative tecnologiche maggiormente preferite. Tra i principali fattori di competitivit delle compagnie aeree che offrono voli a basso costo, si segnalano le tariffe business accessibili nellambito di un piano tariffario di facile comprensione per i viaggiatori. C poi la qualit del prodotto, migliorata considerevolmente negli ultimi anni. Tra gli altri indicatori di qualit, aerei pi nuovi, cabine business pi confortevoli e livelli di affidabilit/confort pi elevati. A fronte del numero sempre maggiore di rotte abbandonate dalle grandi compagnie, c da registrare il crescente impegno dei vettori aerei a basso costo a sostituire le prime, operando prevalentemente su scali secondari, considerati positivamente dai frequent flyer per via della minore fiscalit nei controlli per la sicurezza e quindi della minore perdita di tempo. A tutti questi fattori si aggiunge poi l effetto Enron, la cui conseguenza principale quella di verifiche contabili severe, oltre alla politica di riduzione dei costi. Da qui la sempre maggiore propensione da parte del mondo aziendale americano alluso di tecniche di videoconferenza, di autovetture personali, di jet di propriet razionata e del treno superrapido Acela. Linsieme di questi fattori porter quindi presto a una riduzione dei livelli tariffari per i voli interni negli Stati Uniti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore