Bose QuietComfort 35, le cuffie senza fili nell’era iPhone 7

AccessoriWorkspace
0 0 Non ci sono commenti

IN PROVA – Bose QuietComfort 35 sono cuffie senza fili che fanno della riduzione del rumore esterno, dell’autonomia prolungata e della facile gestione dei collegamenti Bluetooth i punti di forza. Perfette per l’utilizzo con iPhone 7

Come è noto Apple su iPhone 7 ha eliminato il minijack e propone l’utilizzo delle cuffie tradizionali con il cavo, attraverso un adattatore Lightning/minijack, oppure sfruttando la connettività senza fili con AirPods, gli auricolari senza fili proposti da Apple, con la loro custodia in grado di ricaricarli (che arriveranno però a fine mese). Ovviamente è possibile un’ottima esperienza di ascolto con qualsiasi tipo di cuffie senza fili, e in commercio ce ne sono di ogni tipologia, in-on-over ear, quindi da inserire nelle orecchie che appoggiano sull’intero padiglione, o che lo contengono completamente, come il modello Bose QuietComfort 35 oggetto della nostra prova.

Le abbiamo scelte di questa tipologia perché solitamente è questo il fattore di forma in questo ambito ad offrire un ottimo isolamento, fattore che consente, tra gli altri vantaggi non solo di apprezzare meglio musica e film, e di giocare più concentrati, ma anche di tenere il volume più basso perché non ci saranno altri rumori a dare fastidio. E allora entriamo nei dettagli della prova

QuietComfort 35, le caratteristiche

Non siamo di fronte certo a cuffie economiche. Questo modello di Bose costa circa 380 euro, per una serie di motivi che spiegheremo. Poiché si collocano nella proposta di fascia alta, pretenderemo in ogni comparto il massimo.

La confezione comprende le cuffie, che chiameremo ora QC35, il cavo per la connessione con il minijack, un cavo USB per la ricarica, la custodia rigida per il trasporto e un adattatore per le poltroncine di alcune compagnie aeree, quindi con il doppio minijack. Confezione curata ed elegante, anche se senza alcun ricambio, anche perché le cuffie non consentono manualmente la rimozione e la sostituzione né della batteria, né degli auricolari.

Bose QuietComfort 35 - Schermata dalla app per iOS
Bose QuietComfort 35 – Schermata dalla app per iOS

La scelta dei materiali per questo modello è stata molto accurata. Le parti a contatto con la vostra testa sono in alcantara, mentre il rivestimento dei cuscinetti è in pelle sintetica con l’imbottitura in granuli di silicone. Non si avverte alcun fastidio nemmeno dopo ore e ore di ascolto. I materiali che potrebbero sembrare semplice policarbonato sono in verità una speciale miscela di nylon e fibra di vetro, con poche finiture – dove server – in acciaio inossidabile, per esempio per la regolazione dell’archetto, giunture e molle. Gli auricolari possono essere ripiegati in modo da poter appoggiare le cuffie sul piano (o nella custodia) completamente.
Sull’auricolare di destra si trova a portata di dita l’interruttore, con tre posizioni (acceso, spento e per l’attivazione dell’accoppiamento Bluetooth).

Da questo auricolare si procederà anche per la ricarica, tramite presa microUSB, così come per la regolazione del volume, l’interruzione, i tasti di scelta dei brani. Sono evidenti anche due led, il primo che segnala lo stato delle cuffie, e il secondo che serve per individuare lo stato di Bluetooth (pairing, connessione e così via). Una voce sintetizzata, appena indossate le cuffie vi segnala con quali dispositivi esse sono collegate e lo stato di carica della batteria. Inoltre è disponibile un’app per iOs e Android.

Bose Quietcomfort 35
Bose Quietcomfort 35 – I pulsanti per il controllo di volume e pausa, ma anche per l’utilizzo di Siri (su iOS)

Tramite la app si può assegnare un nome alle cuffie, verificare tutte le connessioni delle cuffie (fino a 8 device, ma utilizzando la connettività solo per due device attivi alla volta), si può attivare il timer assegnando un tempo di spegnimento automatico, si possono attivare le istruzioni vocali, oltre ovviamente a visualizzare tutte le informazioni sul prodotto. Nel complesso l’applicazione è fin troppo essenziale, non sono consentite regolazioni sulla modalità di ascolto se non la regolazione del volume.

QuietComfort 35 i punti di forza…

Tralasciando la qualità audio, che analizzeremo a parte, i punti di forza importanti di questa proposta sono i seguenti: l’autonomia della batteria, la connettività Bluetooth e NFC, e la tecnologia di riduzione del rumore. Partiamo da quest’ultima. Sono posizionati microfoni all’interno e all’esterno dei padiglioni, per fare in modo che quello che ascoltiate sia solo suono e non rumore. Un sistema elettronico lavora analizzando il rumore esterno e contrastandolo e invia un segnale corrispondente ai diffusori per eliminarlo.

Bose QuietComfort 35 - Tasto di accensione e pairing Bluetooth
Bose QuietComfort 35 – Tasto di accensione e pairing Bluetooth

Il risultato è del tutto soddisfacente per una sensazione di isolamento eccezionale, molto buona anche l’eliminazione del rumore di fondo elettronico. In modalità senza fili la funzionalità di riduzione del rumore esterno non è disattivabile. Non vi sono possibilità di regolazione di effetti o l’esclusione di un padiglione a vantaggio di un altro, così come non è presente alcuna funzionalità di equalizzazione. Chiederemmo davvero tanto.

Per quanto riguarda la connettività Bluetooth oltre alla semplicità nelle operazioni di pairing si apprezza il fatto che tramite la app è molto veloce la gestione e il controllo di quali volete siano i dispositivi connessi. E non è da poco. Vi abbiamo collegato 8 dispositivi senza riscontrare problemi (7 con il Bluetooth e 1 sfruttando NFC), con la voce pronta ad avvertirci al superamento del limite di due quali sarebbero rimasti attivi e quali sarebbero stati disattivati.

La sorpresa migliore però è certamente legata alla durata della batteria, che permette ampiamente di ascoltare musica senza fili per tutta la giornata lavorativa, per oltre 18 ore senza alcun problema, con l’autonomia che arriva quasi a due giorni se si sfruttano (ma è un peccato) via cavo. Bose porta in dotazione una batteria, purtroppo non intercambiabile, proprio perché è di una forma speciale non standard su misura per occupare il maggiore volume possibile disponibile negli auricolari. Gli utenti guadagnano autonomia, perdono però la possibilità di sostituirla in piena autonomia. Per quanto riguarda la qualità audio, Bose non ci incanta tanto per la potenza di uscita, pensiamo in parte sacrificata proprio dai sistemi di riduzione del rumore, ma riesce invece a farlo con la qualità a partire da volume anche molto basso. Promosse, di piena soddisfazione le frequenze basse, le più critiche quando non si hanno a disposizione sistemi importanti.

… e qualche limite

Le cuffie Bose QuietComfort 35 mostrano senza dubbio molti più punti di forza rispetto a quelli che sono i limiti, tuttavia non sono perfette. Per esempio avremmo apprezzato che in questa fascia di prezzo la regolazione del volume e il passaggio da un brano all’altro potesse avvenire attraverso un sistema touch, a sfioramento, un po’ come avviene con le Parrot Zik. Anche il tasto di accensione, a ben vedere, non è così elegante come nel complesso l’intera proposta. Non solo, se non si interviene sul tasto di pausa, togliendo le cuffie dalle orecchie non c’è nessun sensore che provvede a mettere le cuffie in pausa. Altri vendor hanno già implementato questo comodo sistema, via le cuffie/musica e audio e in pausa, senza dovere fare nulla.

Siamo rimasti parzialmente delusi, invece, dall’utilizzo delle cuffie per le telefonate, bisogna però spiegare: in ambienti relativamente poco rumorosi (una strada poco trafficata, per esempio, o un ufficio) tutto perfetto e qualità ineccepibile. Invece ci saremmo aspettati di più per esempio nell’utilizzo in metropolitana, dove è vero che il rumore è soverchiante, ma è vero anche che è facilmente riconoscibile e quindi eliminabile.

Nel complesso, se avete l’orecchio particolarmente fino e pensavate di utilizzare queste cuffie come sistema unico ideale anche per l’ascolto con il vostro sistema audio di eccellenza, indubbiamente dobbiamo segnalare che ci sono nel catalogo Bose sistemi più adatti. Se però amate ascoltare la musica con una qualità più che soddisfacente e il vostro problema è muovervi in agilità e sfruttare le cuffie senza fili su più dispositivi ecco che allora questo sistema QuietComfort 35, non proprio economico, farà di sicuro al caso vostro.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore