Bozza Agcom, allarme censura in Italia

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa
La bozza anti pirateria di AgCom sempre nell'occhio del ciclone @shutterstock
2 2 Non ci sono commenti

Il testo dell’AgCom potrebbe alzare il livello della cyber censura in Italia. Tutte le critiche contro la bozza anti pirateria dell’authority indipendente

Il fenomeno della pirateria informatica è una piaga che da sempre colpisce il mercato IT e dei contenuti digitali, tuttavia non è questo un buon motivo per violare la libertà d’espressione. Ma questo è un rischio legato alla Delibera che AgCom vorrebbe varare, nonostante la raffica di critiche. E non finisce qui. Inoltre, l’intervento dell’AgCom viene respinto dai giuristi, mentre il testo anti pirateria viene giudicato “contrario al diritto europeo“. Marco Ricolfi, intervistato da La Stampa, ritiene che l’Authority non possa “intervenire sugli intermediari di rete, i cosiddetti Internet Service Providers (Isp)”.

Ma non finisce qui. Dopo le polemiche estive innescate da Assoprovider, dopo una dura critica espressa che Giovanbattista Frontera in un’intervista  concessa proprio a ITespresso.it la scorsa estate, l’AgCom è sempre più nella bufera.

Adesso anche EDRI-gram, newsletter di un’associazione focalizzata sui diritti civili in Europa, teme per la cyber censura in Italia: il testo dell’AgCom potrebbe rappresentare un giro di vite per i cyber-rights italiani.

A luglio si erano scagliate contro la bozza AgCom, in consultazione pubblica, nell’ordine: Assoprovider, Fulvio Sarzana (avvocato), Marco Pierani (Altroconsumo), Marco Scialdone (avvocato).

Quali sono i confini della censura online? Misurati con un Quiz!

La bozza anti pirateria di AgCom sempre nell'occhio del ciclone @shutterstock
La bozza anti pirateria di AgCom sempre nell’occhio del ciclone
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore