Brain Technology SelectA Aluminum FX-60L

PCWorkspace

La potenza della soluzione multi-Gpu nVidia per un Pc adatto ai
videogiocatori e agli appassionati di tecnologia

SelectA Aluminum FX-60L è il Pc più potente sinora provato nel nostro laboratorio e offre prestazioni da primato grazie a componenti di prima scelta e a una configurazione assemblata con molta cura. Per conferire maggiore importanza all’elevata capacità di elaborazione, Brain Technology ha scelto di utilizzare il case in alluminio Cooler Master Stacker 830, caratterizzato da dimensioni importanti (250x536x638 mm) e da un’ottima aerazione, grazie alle ampie zone traforate poste sui lati del cabinet e alle due ventole da 12 cm installate di serie. Al suo interno, i singoli componenti sono stati montati attentamente e i cavi sono stati accomodati in modo adeguato, per migliorare il flusso d’aria generale. La Cpu adottata è l’Athlon 64 FX 60 con due nuclei e una f r e q u e n z a operativa di 2,6 GHz. Il processore sfrutta il Socket 939 e dispone di due cache di primo livello, da 128 Kbyte, mentre la cache di secondo livello è di 1 Mbyte per ciascun Core. La memoria di sistema, marcata Corsair, è suddivisa in quattro moduli CMX512-4400C25, per un totale di 2 Gbyte di tipo Sdram Ddr a 550 MHz e latenza 2,5. La scelta di questi moduli privilegia la stabilità del sistema ma anche la possibilità di effettuare overclock, grazie al margine di ben 150 MHz in più rispetto alla frequenza nominale di funzionamento. La motherboard utilizzata è la Asus A8N32 SLI Deluxe, con chipset Nvidia nForce4 SLI x16 e capace di gestire due schede video Pci Express x16 mantenendo la massima velocità di comunicazione oggi disponibile per il bus seriale. Oltre all’uscita audio multicanale, anche in formato digitale, e i due adattatori di rete Gbit, questa scheda madre dispone di un controller Serial Ata di seconda generazione, compatibile con le specifiche NCQ. Per sfruttare al meglio le potenzialità del sistema di comunicazione, capace di un massimo di 300 Mbyte/s teorici, è stato creato un array di due dischi utilizzando la modalità Raid 0, che permette di incrementare le performance di lettura/scrittura suddividendo i dati tra i dischi disponibili. Gli hard disk utilizzati sono marcati Western Digital e più precisamente il modello scelto è il WD740GD, con una capacità di 74 Gbyte. L’array così creato offre una capacità totale che è data dalla somma dei singoli dischi, ovvero 138 Gbyte circa. Nonostante la limitata capacità di questi hard disk, che potrebbe costituire un limite per chi volesse utilizzare questo Pc per archiviazione o registrazione di audio e video digitale, questi hard disk hanno la peculiarità di lavorare con un regime di rotazione di 10.000 giri al minuto e dispongono di 8 Mbyte di buffer. Altra peculiarità di questo Pc è data dalla presenza di una scheda video di recente introduzione. Il modello scelto, prodotto da Asus, è il GeForce 7950 GX2, che fa uso di due Gpu identiche, con un clock di 500 MHz, ciascuna dotata di 512 Mbyte. La scheda, di dimensioni molto compatte, incorpora due sistemi di raffreddamento indipendenti per ogni acceleratore video ed è in grado di offrire prestazioni superiori a qualsiasi altra soluzione a singola scheda. Per garantire la massima stabilità in qualsiasi condizione e permettere eventuali upgrade futuri della macchina senza incorrere in problemi di eccessivo carico elettrico, è stato scelto un alimentatore Enermax Liberty ELT620AWT. Questa unità, certificata nVidia Sli, è capace di erogare un massimo di 620W e dispone di un sistema gestione dei cavi di tipo modulare. Sicuramente una tale soluzione è indirizzata al videogiocatore estremo, che non vuole scendere a compromessi scegliendo qualità di rendering o velocità di calcolo. Ottime anche le prestazioni rilevate con i benchmark Sysmark2004, dove il SelectA Aluminum FX-60L ha raggiunto, anche in questo caso, le migliori prestazioni di sempre.

SYSMARK2004: 292 3DMARK 2003: 29.187 3DMARK 2005: 12.887

Votazione: 88

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore