Brera si fa bella

Workspace

HP e Microsoft mettono la loro tecnologia al servizio del patrimonio artistico e culturale. L’obiettivo, secondo Nicola Aliperti, amministratore delegato di HP è "conservare, fruire e restituire le opere al pubblico"

Il Prado di Madrid, la National Gallery di Londra, il Louvre di Parigi e ora anche la Pinacoteca di Brera di Milano nel progetto “Musei di Eccellenza Europei”, messo a punto dalla Sopraintendenza per il Patrimonio storico e artistico, con il contributo progettuale di HP e Microsoft. HP ha curato la realizzazione dell’infrastruttura per l’archiviazione e la riproduzione delle opere di Brera, avvalendosi per la parte software delle competenze di Microsoft. “Lo scopo del progetto è quello di archiviare e conservare, per restituire le opere al pubblico in modo più fruibile ? precisa Nicola Aliperti, amministratore delegato di HP Italiana -. L’investimento è di qualche decina di migliaia di euro e fa parte di una progetto più ampio che ci ha visto impegnati in circa 20 città europee negli ultimi due anni”. In fase di testing il nuovo sito che metterà online il catalogo della Pinacoteca, con la possibilità di acquistare le immagini dei dipinti e i diritti di riproduzione, valorizzando online il patrimonio della Pinacoteca. Saranno possibili visite guidate e una nuova modalità per girare e sostare davanti ai dipinti, ingrandendoli e osservandoli da più viste. “La ripresa del mecenatismo rinascimentale fa bene all’arte e rende le città più belle – sottolinea Rocco Buttiglione, ministro per i Beni e le Attività culturali ?. Il problema più grande è la fruibilità delle opere e la valorizzazione del patrimonio artistico. Siamo una nazione con un grande patrimonio e non si può tagliare sui beni culturali: la situazione del Paese è grave, ne siamo consapevoli, ma ci sono dei limiti sotto i quali non possiamo andare se vogliamo mantenere il nostro ruolo culturale. Anche privati, province e comuni dovrebbero assumersi loro parte di responsabilità nel rendere più fruibili le opere delle nostre città”. L’invito è aperto a tutti.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore