Brevetti, Apple pagherà 368.2 milioni di dollari a VirnetX

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa
Apple FaceTime violava un brevetto di VirnetX @ shutterstock

Un giudice ha stabilito che Apple FaceTime ha violato il brevetto della tecnologia virtual-private-network (Vpn) di VirnetX

In ballo era la tecnologia virtual-private-network (Vpn) usata nella funzionalità di videochiamata Apple FaceTime. Un giudice ha stabilito che Apple ha violato il suo brevetto, dunque pagherà 368.2 milioni di dollari a VirnetX. FaceTim è l’opzione di video-calling adottata da Apple su iPhone, iPod Touch e iPad, ma anche su Mac: dunque sia su piattaforma mobile iOS che su sistema operativo OS X. VirnetX aveva già vinto 200 milioni di dollari in una disputa contro Microsoft.

I brevetti di VirnetX coprono l’uso di servizio domain-name per configurare la virtual private network, attraverso cui un possessore di sito web può interagire con i clienti in una modalità siura o un impiegato può lavorare da casa ed accedere ai file aziendali. VirnetX aveva chiesto 708 milioni di dollari di danni. Apple aveva sempre negato la violazione dei brevetti. Ma, secondo The Register, nel corso del processo è emerso che gli ingegneri non prestavano “alcuna attenzioni ad eventuali brevetti”.

FaceTime attiva le videochiamate, permettendo agli utenti di computer Mac di videochiamare utenti di iPhone, iPad e iPod Touch. VirnetX ha archiviato il primo semestre dell’anno registrando 36,000 dollari in ricavi da royalties, e il suo titolo ha guadagnato il 5.3% nel 2012.

Quanto conosci Apple? Misurati con un QUIZ!

Apple FaceTime violava un brevetto di VirnetX @ shutterstock
Apple FaceTime violava un brevetto di VirnetX
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore