Brevetti: passo falso per Rim

Aziende

Il giudice azzera l’intesa tra il produttore di Blackberry e Ntp

Il contenzioso tra Rim e Ntp si arricchisce di un nuovo capitolo, a tinte fosche però per il produttore del celebre Blackberry.Il giudice federale James Spencer ha annullato l’intesa, del valore di 450 milioni di dollari, raggiunto a marzo dalla società canadese e dalla Ntp. Il contenzioso tra le due aziende verte su una disputa di brevetto. È stata respinta la richiesta di Research in Motion di posticipare la soluzione della vertenza in attesa del responso dell’Ufficio brevetti federale. In tembi brevi si terrà un’udienza per definire ii danni da versare a Ntp: quest’ultima, nel frattempo, ha chiesto uno stop del servizio Blackberry. Il risarcimento potrebbe a questo punto volare a cifre stratosferiche, sul conto di Rim. Una buona notizia infine per Rim: il Registro dei Brevetti statunitense ha dichiarato invalido uno dei brevetti depositati a suo tempo da NTP. Ma pare che questa decisione sia ininfluente, allo stato attuale, sulla decisione del giudice: Rim rischia comunque di dover pagare 1 miliardo di dollari oppure di veder bloccato per mesi il Blackberry su territorio Usa.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore