Brevetti software: nuovo semaforo rosso dalla Ue

NetworkProvider e servizi Internet

Un nuovo stop alla normativa proposta arriva dalla Commissione Giuridica del Parlamento Europeo. Il movimento No software patents tira un sospiro di sollievo

A Strasburgo la Commissione Giuridica del Parlamento Europe o ha chiesto l’annullamento della proposta di normativa sui brevetti software. La forte e eterogenea opposizione ha fatto sollevare dubbi sulla legittimità della normativa. Dal movimento No software patents ai ministri dei nuovi paesi, aggiunti recentemente all’Unione europea, si è via via ingrossato lo schieramento del fronte del No ai brevetti, per come è stato fin qui formulato. Adesso il passaggio successivo riguarda la richiesta presso la Commissione per la presentazione di una nuova proposta di direttiva sul software.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore