Brevetto Word, Microsoft chiede il riesame

Autorità e normativeNormativa

La richiesta milionaria di risarcimento, secondo Microsoft, sarebbe frutto di un fraintendimento. In ballo è una tecnologia di Word, che i4i accusa di violazione di brevetto

Microsoft vuole evitare la multa da 290 milioni di dollari, chiesti come risarcimento per la presunta violazione di un brevetto in Word. Ad accusare Microsoft di violazione di brevetto è i4i. Adesso Microsoft c hiede il riesame del brevetto, come riporta Reuters . La richiesta milionaria di risarcimento, secondo Microsoft, sarebbe frutto di un fraintendimento.

Microsoft

Word, che per un’ingiunzione rischiava il ritiro dagli scaffali , a causa di una guerra di brevetti su OOXml, non è ancora del tutto salvo. Adesso Microsoft va all’attacco e cerca di convincere la corte di appello federale a rovesciar e la decisione.

La canadese I4i accusa Microsoft di violare il brevetto del 1998 ( No. 5,787,449 )sul codice Xml.

Lo scorso maggio una giuria del Texas stabilì che il tagging XML di Word 2003 e Word 2007 violava il brevetto di I4i. Un mese fa un giudice Texano ha dato lo stop di vendita di Word per ingiunzione. A settembre Microsoft ha fatto ricorso in appello alla U.S. Court of Appeals per il circuito federale di Washington: l’ingiunzione è rimasta, ma Word rimane in vendita.

Nella risposta alle accuse di I4i, Microsoft si è difesa affermando che finora si sono commessi errori di definizione e che è stato applicato un legal standard sbagliato nel caso.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore