Brevetto Xml, Microsoft va alla Corte Suprema contro i4i

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza

Un’inedita alleanza sostiene Microsoft contro i41: Google, Yahoo!, l’Electronic Frontier Foundation (Eff) e Computer & Communications Industry Association. La decisione della Corte Suprema farà scuola sui brevetti Usa

A Microsoft era già costata 240 milioni di dollari e l’obbligo di eliminare la tecnologia del Brevetto Xml da Word. Ora però Microsoft ha ottenuto il semaforo verde a portare il brevetto Xml, al centro del contenzioso con i4i, alla Corte Suprema. Microsoft potrà illustrare il proprio punto di vista di fronte alla massima autorità giuridica degli Stati Uniti.

Innanzitutto Microsoft si oppone agli attuali standard di prova usati per dirimere i casi sui brevetti software, che non tengono conto delle caratteristiche del mercato. Il “caso i4i” potrebbe dunque avere grandi implicazioni nelle cause per brevetti, come spiega Reuters. Infatti in questo caso Microsoft stava già utilizzando Xml ben prima che i4i lo brevettasse. In questo caso alleati di Microsoft sono Google, Yahoo, l’Electronic Frontier Foundation (Eff) e i gruppi come Computer & Communications Industry Association: e non è una guera dei Big contro “i piccoli”, bensì quest’inedita alleanza esprime lo scetticismo verso l’ufficio brevetti Usa com’è oggi.

Lo scorso maggio Microsoft ha subito una nuova sconfitta nel caso di i4i, riguardante i brevetti Xml di Word: l’ultima decisione dell’USPTO, sfavorevole a Microsoft, segue la doppia batosta della corte di appello a cui si era rivolta Microsoft. Sotto esame è il brevetto su XML tagging in Word 2003 e Word 2007. Il brevetto violato Uniloc è stato trovato in Windows XP, Office XP e Windows Server 2003. Microsoft ritiene di non aver violato nulla, in quanto si appella alla “prior art” prima che la canadese i4i registrasse la propria richiesta di brevetto.

Microsoft porta il brevetto Xml alla Corte Suprema
Microsoft porta il brevetto Xml alla Corte Suprema
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore