Brocade, è l’anno dei file e dei servizi

NetworkReti e infrastrutture

Mentre prosegue l’integrazione con Mcdata, Brocade rilancia Tapestry

?E’ un’acquisizione, non un merge?, precisa Tino Prato, country executive di Brocade Italia, cui abbiamo chiesto informazioni sui risvolti europei e italiani dell’affaire Brocade – Mcdata. La macchina è in moto e entro gennaio tutto dovrebbe essere concluso e chiaro. Nel frattempo Brocade ha dato il via una serie di incontri con la clientela per chiarire i risvolti evolutivi e la roadmap tecnologica delle diverse linee di prodotti delle due società , ex rivali.

Il messaggio di Prato è rassicurante per chi ha investito su Mcdata e i clienti hanno riaffermato di voler mantenere il piano di investimenti già

fatto. Continua Prato: ?Molti prodotti Brocade potevano convivere con quelli Mcdata a livello di interoperabilità. Ad acquisizione terminata sulla fascia alta si vedrà una piena integrazione, mentre sugli apparati di fascia bassa non ci sono problemi perché non ci sono sovrapposizioni con l’offerta Brocade. La tecnologia evolverà da i 4 Giga , dove siamo ora, agli 8 Giga e poi ai 10?. Intanto Brocade non sta ferma ed è partita in autunno con una serie di annunci riguardanti le sue soluzioni non Oem: ?Brocade non vuol dire solo Silkworm, cioè San, ma anche soluzioni Tapestry e servizi?. Indirizzando un mercato più ampio di quello delle storage area network, Brocade punta ad allargare la sua offerta anche alla gestione dei file portando a frutto una serie di acquisizioni avvenute lo scorso anno, in particolare quella di Nuview.

Le soluzioni Tapestry di gestione dell’infrastruttura vanno a coprire sostanzialmente tre aree: i servizi Wafs (Wide Area File Services), la gestione delle risorse applicative (Arm) e la migrazione dei dati (Dmm). Su di queste si aprono per Brocade anche spazi di manovra per l’espansione verso l’area dei servizi professionali.

La linea Tapestry si colloca in un’offerta che in Brocade chiamano di File Area Network (Fan). Le necessità emerse dalla clientela per le gestione del dato a livello di file in funzione di esigenze di consolidamento a livello di file server e di gestione del ciclo di vita dell’informazione non strutturata, hanno spinto Brocade verso la strada dei Tapestry File Services e dei servizi professionali per la migrazione e il consolidamento dei data center e per la business continuity. Quindi, oltre a nuove soluzioni Sikworm per le San, spesso indirizzate verso l’interoperabilità con director di Cisco e Mcdata, l’ondata degli annunci autunnali di Brocade elenca tre soluzioni software di data management (Tapestry) per il mercato Fan e una decina di nuovi servizi professionali che coinvolgono San e Fan.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore