Bruxelles vuole gonfiare le bollette della telefonia mobile?

MobilitySmartphone

Sulle bollette del cellulare degli utenti Ue si staglia una nuova ombra: si chiama deregulation e avrebbe come effetto tariffe ancora più salate e meno concorrenza. La Deregulation del mercato mobile sarebbe la vittoria della legge della Giungla: il trionfo del più forte. Scrive il blog.quintarelli.it:

Dal 1999 al 2007 i costi per la rete fissa sono diminuiti il doppio di quanto è avvenuto nel mobile“. Ciò succede perché i prezzi all’ingrosso sono regolamentati nella telefonia fissa, mentre nel mercato mobile non accade. Le associazioni AIIP, Altroconsumo e Anti Digital Divide chiamano i consumatori alla protesta online.

Mentre la telefonia mobile è in piena evoluzione, con nuovi player che si affacciano sul mercato (Apple con l’iPhone, Google con Android e Nokia nei contenuti mobili), nel Vecchio Continente, il Presidente dell’Unione europea Barroso potrebbe decidere di cancellare l’obbligo di regolamentazione dell’accesso alle reti mobili. Con effetto salasso sulle tariffe mobili: le associazioni A IIP, Altroconsumo e Anti Digital Divide lanciano l’allarme.

“Un’azione di protesta massiccia servirà a ricordare alle persone che siedono

a Bruxelles che i cittadini vogliono maggiore – e non minore – concorrenza

nel settore della Telefonia mobile, e che non devono venir prese decisioni

contro gli interessi dei consumatori”. Su Quinta’s Weblog ecco le spiegazioni di quanto sta accadendo. Fermarlo è ancora possibile, la protesta online ci prova.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore