BSA ha triplicato le azioni legali contro pirati del software

CyberwarMarketingSicurezza
Polillo (Confindustria Cultura Italia): Un riconoscimento importante per il nostro Paese, dopo tanti anni in cui l'Italia era la maglia nera per la difesa della proprietà intellettuale
0 0 Non ci sono commenti

BSA ricorda i vantaggi dell’impiego di software legittimo. I pirati del software infatti pagano, oltre al prezzo della crisi, salatissimi risarcimenti extra giudiziali. La legalità genera risparmi

La pirateria software non fa risparmiare, ma produce seri danni ai conti delle aziende. Le imprese della regione EMEA, nel primo semestre del 2013, hanno pagato in termini di risarcimenti extra giudiziali circa 4.000.000 di dollari. A questo importo vanno sommati gli oltre 2.000.000 di dollari che le stesse aziende hanno sborsato per acquistare prodotti originali per sostituire i software illegalmente installati. “Tutte le risorse che – specie in tempi di crisi – potrebbero essere investite nella ricerca di nuovi prodotti, soluzioni innovative, strategie competitive vincenti, anziché in multe, spese legali e risarcimenti”, spiega Matteo Mille. “Il fenomeno della pirateria, sempre endemico nel nostro Paese, è alimentato dall’idea che non pagare per le risorse software sia un’opportunità alla portata di tutti in quanto tecnicamente semplice”.

Il ‘costodella pirateria’ non è solo finanziario: le società che adottano software senza licenza rischiano danneggiamenti, perdite di dati o periodi di fermo macchine legati a virus ed altre minacce web, per terminare con i danni all’immagine aziendale che questi “inconvenienti” procurano nella business community di clienti, partner, istituti di credito eccetera. “Per questo BSA continua a ribadire i vantaggi – oltre alla correttezza – dell’impiego di software legale, che garantisce efficienza, continuità e sicurezza alle attività di business, che il software pirata non potrà mai offrire”, conclude Mille

La ricerca del 2013 intitolata L’impatto economico del software legale: vantaggi competitivi è un’analisi approfondita, realizzata su dati provenienti da 95 paesi, che intende dimostrare i benefici che le economie nazionali possono trarre dall’utilizzo del software con regolare licenza. L’indagine conferma che un incremento dell’1% nell’utilizzo del software legale genererebbe circa 22 miliardi di euro di PIL rispetto ai 502 milioni di euro derivati dalla stessa percentuale di incremento del software pirata: ciò significa che il software legale potrebbe avere un impatto pari a un valore economico di circa 17 miliardi di euro.

BSA ha triplicato le azioni legali contro pirati del software
BSA ha triplicato le azioni legali contro pirati del software
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore