BSA: non ci sono scuse per usare software illegale

CyberwarSicurezza

Campagna su 30.000 PMI italiane e banner su siti web

Milano – E’ ai nastri di partenza anche in Italia la campagna di comunicazione di BSA (Business Software Alliance) pianificata dall’associazione dei produttori di software commerciale nell’intera area EMEA e nota come Risk Awareness Campaign. La campagna si articola sull’impiego di un direct mailing postale rivolto a 30.000 piccole e medie imprese, un Direct E-Mail rivolto ad un data base di circa 120.000 contatti nel campo delle PMI e una pianificazione di banner pubblicitari. Il claim della campagna è “Non ci sono scuse per usare software illegale” e il target è quello degli imprenditori, di piccole e medie imprese, e dei direttori sistemi informativi delle imprese di dimensioni maggiori. Il messaggio – sia nella lettera d’accompagnamento al pieghevole inviato per posta, sia nelle direct e-mail – spiega che l’imprenditore che attua comportamenti illegali nell’utilizzo di software sui PC dell’azienda corre rischi finanziari, legali, d’immagine e operativi.

StudioCelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore