Bufera su Rim

Aziende

Le dimissioni dei due Co-Ceo, Jim Basillie e Mike Lazaridis, e l’arrivo del nuovo Ceo Thorsten Heins, non hanno dato la scossa che il mercato si aspettava, visto che il titolo ieri era in pesante calo. Secondo comScore, a novembre, Rim che un tempo dominava incontrastata il mercato smartphone, è crollata al 16.6%, mentre Google

Le dimissioni dei due Co-Ceo, Jim Basillie e Mike Lazaridis, e l’arrivo del nuovo Ceo Thorsten Heins, non hanno dato la scossa che il mercato si aspettava, visto che il titolo ieri era in pesante calo. Secondo comScore, a novembre, Rim che un tempo dominava incontrastata il mercato smartphone, è crollata al 16.6%, mentre Google Android saliva del 46.9% e Apple del 28.7%. Il nuovo Ceo ha detto: “Noi lavoreremo sul mercato consumer, ma non a spese di quello enterprise”, non ci sembra che questa sia una novita’. Abbiamo sentito gia’ da tanti mesi che e’ questa la ricetta di Rim. Vediamo che cosa significa il cambio al vertice di RIM, il vendor del Blackberry.

Secondo Reuters, il nuovo Ceo ha dai 12 ai 18 mesi di tempo per invertire la rotta di RIM, mentre nel sottofondo non si acquietano voci di acquisizioni, rumors di takeover, shake up drastici in stile Nokia all’arrivo di Stephen Elop. Se Samsung ha negato di voler acquire Rim, diverso è il caso per Microsoft e Nokia interessate a Rim da tempo. Il nuovo Ceo Heins parla di evoluzione e non di sisma, ma le società di analisi non si fanno incantare e chiedono discontinuità. Le parole del tedesco Heins, dal 2007 in Rim, 20 anni in Siemens, che ha detto di voler promuovere “creatività, innovazione e pensiero libero” per competere con i colossi, Apple e Google, della Silicon Valley, devono diventare soluzioni concrete. Il fatto di non voler imprimere una “svolta drastica” ha per ora deluso gli investitori, che concedono ancora 12-18 mesi di tempo per una leadership di transizione. Il nuovo ceo dovrà ridare smalto a un brand, attualmente appannato, e rifocalizzarsi su Blackberry 10, l’evoluzione della piattaforma. Thorsten Heins, ceo di Rim, ha spiegato che non è sua intenzione smembrare la società separandone le sue attività.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore