Buone le vendite di Pc in Europa

Aziende

I dati forniti da Context mostrano una crescita di poco superiore al
20%, guidata dai paesi emergenti dell’Est europeo.

L’allargamento dell’Europa a 25 potrebbe portare un significativo incremento del mercato dei computer. Lo affermano gli analisti di Context, i quali sostengono che nel primo trimestre dell’anno le vendite sono cresciute del 20,1% rispetto al medesimo periodo del 2003. Sono proprio i paesi emergenti, in particolare Repubblica Ceca e Polonia, a guidare la crescita. Secondo Jeremy Davies, senior partner di Context, infatti, considerando esclusivamente la “vecchia” Unione Europea, il mercato mostrava una riduzione del 13% in termini di unità. Il benefico effetto dell’allargamento a Est dell’Unione Europeo è condiviso un po’ da tutti i produttori. Acer nel primo trimestre è cresciuta oltre il 70% nell’area Emea e Dell registra percentuali intorno al 36%. Tra i protagonisti anche Fujitsu-Siemens Computer con una crescita del 24%, mentre Toshiba sembra tornare a una certa vivacità con un tasso di crescita del 30%. Più in difficoltà invece Hp, a causa del fiacco andamento dei propri desktop.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore