Buone notizie per Cedacri

Aziende

Le scelte strategiche effettuate si rivelano efficaci per l’azienda, le società del gruppo i soci e i clienti

Cedacri chiude il 2004 confermando il trend positivo e annuncia previsioni di crescita anche per l’anno appena iniziato. E’ questo quanto emerso durante la convention aziendale tenutasi lo scorso dicembre alla quale, come sempre, hanno partecipato il management di Cedacri e delle società del Gruppo, oltre ai soci ed ai clienti che, giorno dopo giorno, contribuiscono al successo dell’azienda di Collecchio. Sin dalla sua fondazione, che risale al 1976, Cedacri ha posto una profonda attenzione al capitale umano, comprendendo che solo la valorizzazione delle persone, delle loro competenze e professionalità, unita al supporto consulenziale e alla creazione di un’offerta articolata di prodotti e servizi, in una visione customer centrica, è in grado di soddisfazione pienamente i clienti, anticipandone le esigenze. Nonostante la recessione economica abbia interessato tutti i settori di mercato negli ultimi anni, Cedacri è riuscita a chiudere il 2004 con risultati molto positivi e a mantenere una forte competitività nel proprio segmento, grazie ad un mirato contenimento dei costi, all’ottimizzazione delle risorse e degli investimenti e ad una crescita dimensionale allineata alle necessità degli istituti di credito clienti. La costante crescita registrata dal Gruppo Cedacri nel corso della sua attività quasi trentennale, sia in termini di fatturato che di numero di clienti e partner specializzati, ha contribuito a favorire lo sviluppo economico delle aree geografiche in cui è dislocata l’azienda. In particolare, attraverso la creazione di un indotto considerevole nell’area parmense – dove la sede principale offre impiego a circa 500 persone – e nelle zone che gravitano intorno alle due sedi operative: in provincia di Alessandria, con oltre 200 dipendenti e di Bari, con circa 40 addetti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore