Buy-back da 10 miliardi di dollari per Ibm

AziendeMarketing

Ibm ha dato semaforo verde al riacquisto di azioni per 10 miliardi di dollari

Il board di Ibm ha appena approvato il riacquisto di azioni per 10 miliardi di dollari. Ad aprile Ibm aveva autorizzato 8 miliardi. Da quando è Ceo di Ibm Sam Palmisano Ibm ha approvato 68 miliardi di dollari in buybacks azionari , circa il 38% dell’attuale valore di mercato di IBM.

Bloomberg ha calcolato che il declino del 5% del numero di azioni, insieme all’aumento delle vendite, ha contribuito ad aumentare i guadagni per azione del 18% a quota 2.82 dollari.

bm ha archiviato il terzo trimestre mettendo a segno utili in rialzo del 12% e entrate a quota 3.6 miliardi di dollari (pari a 2,82 dollari per azione) dai 3,21 miliardi (pari a 2,40 dollari per azione) del medesimo periodo dello scorso anno. A trainare Ibm sono stati i ricavi e la forte domanda dei Bric, i mercati in crescita come Brasile, Russia, Cina e India (dove l’incremento è dell’ordine del 16%). Cresce del 3% il fatturato, salito a 24,27 miliardi di dollari. A livello geografico, i ricavi sono aumentati del 3% in America, del 14% in Asia mentre in Emea la flessione è stata del 6% (pari all’1% se si escludel’impatto valutario). Il gruppo prevede per l’anno in corso utili in crescita almeno a 11,40 dollari. Sam Palmisano, IBM chairman, presidente e Ceo di Ibm, si augura che l’acquisizione da 1,7 miliardi di dollari di Netezza abbia effetto nel rafforzare l’enterprise business in modo da incontrare le aspettative degli invesatitori.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore