Ca perde il controllo ma rimane in pista

Management

I messaggi da Ca World dopole dimissioni del ceo Kumar.

LAS VEGAS – The management software experts, gli esperti del software management: questa la sintesi con cui Computer Associates si è presentata lo scorso maggio a Las Vegas, nel corso della sua abituale convention mondiale. Lo slogan vuole esprimere il punto di forza di Computer Associates, ma anche la sua visione strategica e la linea di sviluppo dei suoi prodotti. La suite Unicenter, che riunisce tutti i prodotti dedicati alla gestione, è la fonte principale delle revenue di Ca, e su questa base la società si propone al mercato come il partner di management per tutte le necessità delle aziende clienti. Anche quando si parla di “On demand”, Computer Associates propone il punto di vista gestionale, che certamente è quello più importante, in una materia che è per definizione basata sul servizio, quindi sulla sua gestione. A Las Vegas abbiamo avuto la possibilità di incontrare il management di Ca, i responsabili delle linee di prodotto, e di ascoltare le novità annunciate durante la conferenza. L’impressione è stata di un’azienda viva, nonostante fossero passate solo poche settimane dal “terremoto” che ha portato alle dimissioni del ceo Sanjay Kumar, e alla sua sostituzione temporanea con un membro del board, Kenneth Cron. Un evento che è lo strascico dei problemi avuti da Ca con l’autorità di controllo della borsa americana (analoga alla nostra Consob) negli anni passati, a causa dell’attribuzione contabile dei ricavi sulle licenze. Nonostante le azioni correttive apportate da Ca, che ha dato alle autorità di controllo la piena collaborazione, questi problemi non si sono ancora risolti, e questa incertezza certo non giova alla società. A Las Vegas si percepiva un certo disorientamento, dato dalla mancanza di una leadership forte e stabile, e dal prolungarsi dei problemi con le autorità di borsa. Le note positive sono venute invece dai due manager “operativi” di Ca, il capo dello sviluppo prodotti Mark Barrenechea, e il chief technical officer Yogesh Gupta, che hanno illustrato le novità e lo sviluppo strategico dei prodotti, dando sicuramente molta più fiducia e sicurezza di quella che c’è sul fronte della corporate governance. E considerato che Ca è un software vendor, la solidità della linea tecnica è una buona notizia. Così come sono una buona notizia gli oltre 600 milioni di dollari spesi nel 2003 per ricerca e sviluppo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore