Cala il sipario su Internet Explorer e Windows 8

NetworkProvider e servizi Internet
Cala il sipario su Internet Explorer (IE) e Windows 8
5 23 Non ci sono commenti

Oggi finisce il supporto di Microsoft al browser Internet Explorer 8, 9 e 10 (IE): per gli utenti business è consigliata la funzionalità Enterprise mode, per semplificare la migrazione. Va in pensione anche Windows 8

Oggi termina il supporto di Microsoft allo storico browser Internet Explorer (IE), ormai sostituito da Edge (ex Project Spartan) su Windows 10. Va in pensione anche Windows 8, con la fine degli aggiornamenti di sicurezza: il supporto alla versione 8.1 durerà fino al 2023, mentre prosegue l’upgrade gratuito a Windows 10, il sistema operativo che già detiene quasi il 10% di quote di mercato e sta per superare il vetusto Xp.

Cala il sipario su Internet Explorer (IE) e Windows 8
Cala il sipario su Internet Explorer (IE) e Windows 8

In ambito browser, cala il sipario sulle versioni di Internet Explorer 8, 9 e 10: solo chi ha effettuato l’upgrade a IE 11 continuerà a ricevere gli update e potrà dunque navigare in Rete in sicurezza.

Microsoft ricorda che IE 11 è il browser più aggiornato per la maggior parte degli utenti Windows, salvo eccezioni, che sono le seguenti: l’ultima versione di browser disponibile per Windows Vista SP2 e Windows Server 2008 SP2 è IE 9, mentre per Windows Server 2012, l’ultima edizione disponibile è IE 10.

Alcuni utenti business su Windows 7 utilizzano vecchie versioni del browser, ma l’upgrade potrebbe compromettere applicazioni Web costruite per versioni antecedenti a IE 11. Ciò potrebbe mettere a rischio molti utenti di fascia enterprise: in questi casi la migrazione dovrebbe prevedere un test in due fasi, per valutare l’effetto sulle applicazioni critiche e non-critiche.

Jatinder Mann e Fred Pullen, manager che seguono lo sviluppo del browser di Microsoft, hanno scritto in un post su Microsoft Edge Dev Blog che c’è la funzionalità Enterprise Mode dedicata ai clienti business di IE 11: essa consente di emulare come le più vecchie versioni gestiscono le pagini Web, consentendo alle applicatzioni enterprise di continuare a girare senza modifiche.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore