Cambi tariffari sotto l’occhio dell’Authority

Mobility

Il Governo ha inoltrato all’AgCom le segnalazioni delle novità nella
telefonia mobile che non rispettano il pacchetto Bersani

Finalmente, forse, sarà possibile fare chiarezza su tante anomalie che sono emerse negli ultimi tempi nell’ambito della telefonia mobile, che, invece di adeguarsi all’azzeramento dei costi di ricarica decisa dal pacchetto Bersani, pare che abbia preferito effettuare rimodulazioni, repentini cambi tariffari eccetera. Il tutto a spese dei consumatori, i quali si sono visti cancellare tariffe low cost (Vodafone Happy ricarica) o improvvise rimodulazione (Wind 10 è passata di punto in bianco a Wind 12). Anche negli abbonamenti adsl e nella navigazione Internet da cellulare, sono state osservate modifiche in corsa, solo per recuperare in fretta la cancellazione dei costi di ricarica. Ma finalmente le segnalazioni e le lamentele degli utenti non vengono cestinate: il ministro Bersani le sta tutte rigirando all’Authority Tlc, perché modifiche (e penali ingiustificate) in contrasto con la normativa vengano messe in luce ed eventualmente sanzionate. Il Ministro, famoso per le recenti liberalizzazioni, sta inoltrando tutte le segnalazioni all’Autorità per le Comunicazioni, al fine di aumentare t rasparenza e libero mercato nella telefonia mobile.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore