Campania: fondi per l’innovazione Ict

Aziende

Un bando della regione Campania assegna fondi per 48 milioni con l’intento di stimolare la ricerca e lo sviluppo nel campo dell’information e comunication technology

Un fondo di 48 milioni di euro per la ricerca e sviluppo nel settore Ict è messo a disposizione da parte della regione Campania. E’ stato approvato il disciplinare che stabilisce come ottenere i contributi. Per favorire l’innovazione e il trasferimento tecnologico alle Pmi del territorio è prevista la collaborazione con centri pubblici di ricerca. A beneficiarne sono le organizzazioni che esercitano attività industriale diretta alla produzione di beni e servizi nel settore Ict (codice Istat K72.20) o come scrive il decreto regionale 20083/2005 aziende che effettuano “fornitura software e consulenza in materia informatica”.

Sono ammesse al fondo anche le aziende che presentano progetti non ancora avviati al momento della presentazione della domanda e che hanno un costo non inferiore a 800mila euro e non superiore ai 2 milioni. Ma il progetto non può durare più a lungo di 15 mesi. Tra le spese ammesse ricordiamo: il personale addetto alle attività di ricerca, l’acquisto di strumentazioni e attrezzature, i servizi di consulenza e simili e quelle dovute all’aspetto documentale supplementare. L’agevolazione viene concessa informa di contributo in conto capitale nella misura del 40% del costo ammesso per le attività di sviluppo precompetitivo e del 65% di quello relativo alla ricerca industriale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore