Candy Crush Saga, IPO da capogiro

AziendeMarketing
King Digital Entertainment, che realizza Candy Crash Saga, debutta in Borsa
0 1 Non ci sono commenti

King Digital Entertainment, che realizza la popolare app di gioco per smartphone e tablet Candy Crash Saga e Pet Rescue Saga, punta a vendere azioni alla initial public (Ipo) offerte al prezzo fra 21 e 24 dollari per azione

Candy Crush Saga sbarcherà in Borsa e dai file depositatati alla SEC, la Consob americana, scopriamo che King Digital Entertainment, che realizza la popolare app di gioco per smartphone e tablet Candy Crash Saga e Pet Rescue Saga, punta a  vendere azioni alla initial public (Ipo) offerte al prezzo di 24 dollari per azione.

King, che fra i proprietari include Apax Partners LLP e venture capital del calibro di Index Ventures, venderà 22.2 milioni di azioni al prezzo compreso fra 21 e 24 dollari per azione. Poche settimane fa King Digital Entertainment, guidata dal Ceo co-fondatatore Riccardo Zacconi, e con base a Dublino (ma venne alla luce in Svezia nel 2003), viene valutata 7,6 miliardi di dollari. Il mercato delle apps del mobile gaming vale 17 miliardi di dollari (rispetto ai 6 miliardi del 2010).

Se riuscirà a quotarsi a Wall Street al valore massimo della forchetta, l’azienda delle apps di gioco potrà raccogliere 532.8 milioni di dollari. Lo sviluppatore di Candy Crush Saga, con mezzo miliardo di download dal lancio nel 2012, ha registrato 1.9 miliardi di dollari di fatturato nel 2013, pari a 5 milioni di dollari al giorno. Il titolo “Candy Crush Saga” (un gioco del puzzle con caramelle colorate) detiene il 78% di contanti spesi dai giocatori nel 2013, secondo King.

In confronto, Supercell, l’azienda di gaming dietro a “Clash of Clans,” ha guadagnato 900 milioni di dollari: è stata valutata 3 miliardi di dollari da Softbank. Le apps a Wall Street non sono sugli scudi: Zynga, lo sviluppatore di Farmville, ha visto dimezzare il valore delle sue azioni, e dopo aver cambiato Ceo (ha nominato Don Mattrick, ex Microsoft Xbox), taglierà il 15% del suo staff e spenderà 527 milioni di dollari per comprare NaturalMotion, popolare sviluppatore mobile. Invece Rovio, che non è riuscita a replicare il successo di Angry Birds nel 2010, non ha debuttato in Borsa. Un’IPO di successo nei mercati asiatici è rappresentata dalla giapponese GungHo Online Entertainment. Ma nel gaming non si sono ancora viste IPO stellari.

Il 48.2% di King Digital (che offre 180 giochi  in 14 lingue su telefonini mobili e conta 665 dipendenti) appartiene ad Apax Partners, un private equity di Londra, mentre Index Ventures possiede l’8.3%. Il Ceo e co-fondatore Riccardo Zacconi ha il 10.4%, mentre John Sebastian Knutsson, co-fondatore e Ceo, detiene il 5.9%. Ora vedremo se l’IPO va come King chiede.

JP Morgan, Credit Suisse e BofA Merrill Lynch guidano i sottoscrittori dell’offerta.

Scopri come scegliere il  giusto cloud provider (ip)

King Digital Entertainment, che realizza Candy Crash Saga, verso l'IPO: punta a 24 dollari ad azione
King Digital Entertainment, che realizza Candy Crash Saga, verso l’IPO: punta a 24 dollari ad azione

 

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore