Canon Eos M50, la mirrorless guadagna i video in 4K

Workspace

Canon Eos M50 innalza il livello delle mirrorless, offre la ripresa video in 4K e il salvataggio delle immagini nel nuovo formato Raw “compatto”. Le connettività WiFi e Bluetooth annullano la distanza tra fotocamera e condivisione sui social

Nella seconda metà del 2017 il mercato delle fotocamere digitali ha fatto registrare segnali positivi e incoraggianti, e in alcuni Paesi la crescita si è anche stabilizzata. Un dato interessa particolarmente, quello delle mirrorless CSC (Compact System Camera), cresciuto del 62 percento a valore e del 29 percento circa a volume, secondo di dati GFK.

Canon già presidia questo segmento con i modelli Eos della serie M. L’annuncio odierno riguarda la nuova Canon Eos M50 che trova il termine di paragone più vicino per caratteristiche e form factor nella oramai collaudata Canon M5.

Canon Eos M50

Canon Eos M50 è la prima fotocamera Canon M in grado di registrare filmati in 4K, arriva con un nuovo touchscreen, praticamente orientabile in qualsiasi direzione e il nuovo processore di immagine Digic 8.

Si tratta di una fotocamera pensata per offrire al fotografo che desidera crescere – senza rinunciare alla flessibilità di scatto offerta da un corpo macchina compatto – tante caratteristiche offerte solo da reflex di livello medio/alto.

Per iniziare, il design moderno di Eos M50 rinnova l’esperienza stessa e richiama il mondo delle reflex. E’ disponibile un mirino elettronico centrale ma anche un touchscreen da 7,5 cm di diagonale, orientabile: gli utenti possono sperimentare angolazioni e prospettive creative, sono facilitati nei selfie e e possono registrare facilmente i propri video blog (vlog).

E’ possibile anche regolare il punto di messa a fuoco automatica in modo immediato e preciso senza staccare l’occhio dal mirino, grazie alla funzione Touch and Drag AF, già conosciuta sulle reflex.

Canon Eos M50 con il display completamente orientabile per facilitare anche i selfie

Come per gli annunci Canon reflex di pochi giorni fa, anche in questa proposta l’azienda ha lavorato molto per offrire un’immediata condivisione delle foto, che è sempre stato uno dei motivi per cui si finisce con il fotografare spesso con lo smartphone. Su Canon Eos M50 è disponibile la doppia connettività WiFi e Bluetooth.

Canon EOS M50 è nata per integrarsi senza difficoltà con i dispositivi smart, ovviamente per farlo sfrutta l’app Canon Camera Connect per iOS e Android. E con la connessione Bluetooth a basso consumo energetico i dispositivi smart possono accedere alla fotocamera, anche in standby, e attivarla da remoto.

Canon Eos M50 – Il dorso
Grazie a questa caratteristica il passaggio alla connettività Wi-Fi per le riprese Live View e il trasferimento delle immagini è davvero semplice e immediato. Addirittura foto e video si possono trasferire sugli smartphone in modo automatico, senza doversene occupare una volta impostata la funzione. Sempre disponibile anche il cloud di Canon, per le memorizzazione di tutte le proprie foto su Irista.

Canon Eos M50 funziona sfruttando un sensore Cmos in formato APS-C da 24,1 megapixel, e sono supportati fino a 10 fotogrammi al secondo. Il sistema di messa a fuoco è basato sulla tecnologiaDual Pixel CMOS AF, permette un ottimo controllo della profondità di campo per giocare con l’effetto bokeh.

Chi acquisterà questo modello per i video sa inoltre di poter contare sulla qualità dei video in 4K, ed è comunque possibile riprendere video in HD a 120 fotogrammi al secondo.

Il processore Digic 8 permetterà la veloce elaborazione di filmati e fotogrammi, ma favorirà anche la creatività degli elaborati in time-lapse e frame grab (singoli frame isolati dal video e quindi poi utilizzati come foto) sempre in 4K, con una sensibilità ISO fino a 25600.

Con l’arrivo di Canon M50, arriva anche il supporto per il nuovo formato Raw CR3 a 14bit, l’opzione C-Raw permette invece di creare file Raw ad alta risoluzione ma con un peso inferiore del 30/40 percento rispetto ai Raw standard.

Canon Eos M50 – Vista dall’alto

La fotocamera sarà disponibile per l’acquisto a partire da aprile 2018 al prezzo suggerito al pubblico di 749,99 euro nella versione kit con obiettivo EF-M 15-45mm f/3.5-6.3 IS STM. Nella confezione si troverà oltre al corpo macchina in versione nera o bianca, il tappo della fotocamera, la tracolla, il caricabatterie LC-E12E e una batteria LP-12. Sarà interessare testare sul campo l’effettiva autonomia di una fotocamera come questa che promette molto.

Le ottiche disponibili per questo modello sono tutti gli obiettivi EF-M, Canon Eos 50M è inoltre compatibile con oltre 80 obiettivi intercambiabili della serie EF ed EF-S, tramite l’adattatore EF-EOS M. Del tutto gradita la disponibilità oltre che della slitta per il collegamento dei flash Speedlite, anche e soprattutto quella della presa microfono da 3,5 mm che supporta, oltre ai microfoni standard il dedicato microfono Canon direzionale stereo DM-E1.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore