Canon: la sfida continua a colpi di Megapixel

AccessoriWorkspace

La nuova reflex di Canon la EOS 400D, per il segmento prosumer, ha ereditato
caratteristiche professionali

In un settore molto agguerrito, Canon presenta la EOS 400D, erede della nota EOS 350D. La nuova reflex è dotata di sensore Cmos da 10,1 Megapixel, del nuovo EOS Integrated Cleaning System e di uno schermo Lcd da 2,5 pollici. EOS 400D è la prima fotocamera dotata del sistema integrato di pulizia EOS Integrated Cleaning System. Questa tecnologia svolge tre funzioni importanti per contrastare la polvere: riduce al minimo la produzione di polvere, la respinge e la elimina. Lo schermo Lcd da 2,5 pollici ad alta risoluzione (230.000 pixel) e con angolo visuale da 160º, è il più luminoso della gamma EOS e consente di visualizzare in modo ancora più chiaro tutte le informazioni chiave di interfaccia utente, oltre che di rivedere le immagini. Il sistema autofocus arriva a 9 punti di messa a fuoco, con un punto centrale altamente sensibile (f2,8) per ottenere ottime prestazioni anche con livelli di luminosità bassi. Il tempo di accensione è rapidissimo, 0,2 secondi al primo scatto e 27 sono gli scatti consecutivi in formato Jpeg alla massima risoluzione e da 5 a 10 in formato Raw. Tra le caratteristiche ereditate dai modelli di fascia alta segnaliamo le impostazioni Picture Style che semplificano il controllo della qualità dell’immagine attraverso la fotocamera. Le preselezioni Picture Style possono essere considerate come dei differenti tipi di pellicola, con diverse caratteristiche di risposta: si possono così controllare, nitidezza, contrasto, tonalità e saturazione. Infine grande compatibilità con tutti gli obiettivi Canon EF e EF-S. EOS 400D sarà disponibile da settembre.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore