Canon LBP5000

LaptopMobility

Una periferica laser a colori economica e di facile manutenzione, con una buona velocità di stampa

La più recente laser a colori presentata da Canon costituisce una soluzione economica, adatta a piccoli e medi uffici o a utenti domestici. Grazie allo sviluppo verticale, la LBP5000 occupa uno spazio ridotto, del tutto paragonabile alla media delle stampanti a getto d’inchiostro. Le quattro cartucce di toner sono posizionate in verticale, una sopra l’altra, e sono facilmente accessibili aprendo lo sportello anteriore della periferica. Particolarmente interessante è l’integrazione, nelle stesse cartucce, delle parti più soggette a usura di una stampante laser, come per esempio il tamburo. In tal modo queste parti, che solitamente richiedono una manutenzione periodica con relativa sostituzione o pulizia, vengono sostituite una volta esaurito il toner, assieme alla cartuccia. Ciò rende decisamente più semplice la manutenzione della stampante e consente di “ringiovanire” la stessa riportandola quasi alle condizioni di acquisto. Malgrado l’integrazione dei vari componenti, il costo delle cartucce di toner non appare più elevato rispetto alla media. I prezzi indicati da Canon sono infatti di 85 euro per il nero e di 90 euro per i singoli colori, mentre le durate dichiarate sono rispettivamente di 2.500 pagine e 2.000 pagine, con copertura al 5%. L’elaborazione e l’invio dei dati di stampa si avvalgono rispettivamente delle tecnologie Canon Advanced Printing Technology e Smart Compression Architecture. L’unione di queste due soluzioni permette alla LBP5000 una più che discreta velocità di stampa su ogni tipo di documento. L’elaborazione del processo di stampa è infatti affidato totalmente al Pc, mentre i dati prima di essere inviati vengono compressi. Tutto ciò, unito all’elevata velocità di trasferimento messa a disposizione dalla connessione Usb 2.0 e al preriscaldamento non necessario, permette di produrre la prima pagina in circa 22 secondi, anche partendo da una condizione di power saving. I nostri test hanno rilevato una velocità di stampa di circa 7,8 pagine al minuto sia su documenti in bianco e nero solo testo, sia su pagine a colori contenenti anche elementi grafici. La silenziosità durante la stampa ci ha favorevolmente impressionato, così come una buona qualità dei documenti prodotti, grazie anche ai colori brillanti, pur lavorando su carta comune. La LBP5000 ha dimostrato un’ottima risoluzione. Quella reale della stampante è infatti di 600×600 dpi, ma tramite l’ottimizzazione prodotta dalla tecnologia Automatic Image Refinement si possono raggiungere i 9.600×600 dpi. Inoltre anche nella stampa di sottili linee bianche su sfondo nero la stampante ha dimostrato risultati nettamente sopra la media, paragonabili a stampanti di fascia superiore, e con una buona capacità di dosatura del toner. Meno buono si è invece rivelato l’allineamento dei vari toner. Infatti, malgrado la stampante a ogni avvio compia un’operazione automatica di allineamento delle cartucce, nelle stampe prodotte abbiamo rilevato un lieve offset tra i vari colori, inconveniente che diventa visibile sulle stampe di colori pieni e schemi geometrici, come nel caso di grafici e diagrammi. Malgrado questa pecca, che non ci sentiamo di escludere possa dipendere dall’esemplare in prova, la LBP5000 si è dimostrata nel complesso un’ottima stampante, che grazie ai ridotti tempi di avvio di stampa, all’economicità di acquisto e alla facilità di manutenzione, può soddisfare anche le esigenze dell’utente domestico. Gli uffici, invece, possono avvalersi di un cassetto della carta in entrata capace di contenere 250 fogli e della possibilità di aggiungere un ulteriore vassoio da altri 250 fogli. Non manca infine l’opzione per una interfaccia di rete Ethernet. Votazione: 84

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore