Canon M80: 80GB robusti e portatili

LaptopMobility

Canon ha realizzato un hard disk racchiuso in una solida struttura in lega di magnesio capace di sfidare le intemperie.

Di soluzioni di storage portatili che ne sono un’infinità, con ogni genere di prezzo e funzionalità, ma non molte offrono anche la necessaria resistenza alle sollecitazioni.

Perdere, per una banale caduta, 80 GB di contenuti video o fotografie appena scattate non è piacevole, e finché non ci saranno SSD a basso costo, dovremo sempre fare i conti con la delicata meccanica delle testine magnetiche degli hard disk.

Canon, pensando soprattutto alle esigenze dei fotografi, ha realizzato Media Storage M80, un hard disk racchiuso in una solida struttura in lega di magnesio capace di sfidare le intemperie.

Gli ingombri non consentono di tenerlo nel taschino della giacca, visto lo spessore di 3,3 centimentri e il peso di 370 grammi, e non può certo competere con un iPod touch come mediaplayer, ma l’M80 è comunque un grado di riprodurre gran parte dei formati audio e video più diffusi.

Lo schermo è da 640×480 pixel, quindi nel classico formato 4:3, più adatto del wide alle fotografie. Si tratta di un brillante display da 3,7 pollici che garantisce un angolo di visuale molto ampio (160°) con una buona rispondenza cromatica, che spesso permette di verificare la qualità delle immagini catturate meglio del piccolo schermo integrato nella fotocamera.

L’M80 può riprodurre immagini Tiff, Jpeg e il solo Raw delle fotocamere Canon, più i formati video Mpeg 1,2 e 4, i Motion jpeg e l’audio Mp3 e Wave, garantendo fino a quattro ore e mezza di riproduzione con le cuffie.

Meglio infatti usare il meno possibile l’altoparlante interno, un po’ troppo affogato nel guscio protettivo per suonare decentemente.

L’aspetto dell’M80 ricorda uno strumento militare: il caricatore di un fucile o una trasmittente da battaglia. Anche lo sportellino della generosa batteria da 1390 mAh (la stessa BP-511A usata da molte fotocamere della casa giapponese) è così duro da sembrare incollato. Ottimo il grip del lato gommato dell’impugnatura, e la disposizione dei tasti ricorda, non a caso, quella di una fotocamera professionale.

Non si tratta comunque di un’unità a prova d’acqua, come testimonia l’assenza di o-ring in gomma a proteggere le connessioni, anche se non dubitiamo che possa facilmente uscire indenne da schizzi di pioggia o sabbia.

Ci vuole comunque una custodia per non rischiare di graffiare l’ampio display lasciando l’unità a “galleggiare” nella borsa.

La funzione più interessante dell’M80 è il backup delle schede di memoria dai due vani per SDHC e CompactFlash. Sono questi gli unici due standard gestiti dall’unità, per cui se avete xD o memory stick non è il prodotto che fa per voi.

Basta un tasto per scaricare sull’hard disk l’intero contenuto delle due schede a 4 Mbps, funzione utilissima per le videocamere ad alta definizione, che possono esaurire una SD da 4 GB in meno di un ora di registrazione.

Il software è molto semplificato, permette operazioni di formattazione e verifica del disco, un’unità da 1,8 pollici e 4200 giri al minuto, e la navigazione nelle cartelle dell’HDD e delle due schede, anche se non consente di visualizzare i file non supportati, che andranno recuperati collegando il dispositivo al computer.

Oltre all’USB c’è una semplice uscita audio/video composito, per riprodurre su televisore video e foto. È possibile impostare slideshow con tanto di colonna sonora di sottofondo, ma le transizioni possibili sono poche e piuttosto banali (praticamente semplici scorrimenti laterali).

Il Canon Smart Storage M80 si trova in rete a un prezzo che va da 560 a 670 euro. Sono molti soldi per un prodotto che non brilla per la ricchezza delle funzioni, ma se volete un apparecchio realizzato con un livello qualitativo e una robustezza decisamente superiore alla media e i vostri dati hanno un grande valore, potete prendere in considerazione questo prodotto, che vi farà sentire più al sicuro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore