Canon Pixma IP5200R

LaptopMobility

Stampare le fotografie con elevata qualità non è mai stato così veloce

Qualità e soprattutto velocità. È su questi fattori che i maggiori produttori di stampanti a getto d’inchiostro si stanno concentrando. Canon, con le nuove famiglie di stampanti Pixma, migliora la già buona qualità fotografica della generazione precedente di periferiche, e raggiunge risultati eccellenti per quanto riguarda la velocità di stampa. Il modello in prova è Pixma IP5200R che si caratterizza, oltre che per le ottime caratteristiche tecniche, anche per la presenza di un print server dotato sia di interfaccia tradizionale FastEthernet 10/100, sia per quella Wi-Fi basata sullo standard Ieee802.11 g. Sostanzialmente Canon ha mantenuto le caratteristiche peculiari della famiglia precedente come per esempio la risoluzione di 9.600×2.400 dpi, il gruppo stampa composto da 5 cartucce (tre colori, nero e nero fotografico) con gocce da 1 picolitro, e il doppio cassetto per accogliere complessivamente 300 fogli dal formato A4 fino a quello definito Carta di credito da 5,4×8,6 cm. Quello che distingue il nuovo modello Pixma IP5200, qui nella versione R, è sostanzialmente la velocità di stampa, la riproduzione di documenti fronte/retro e la possibilità di stampare anche su supporti Cd e Dvd. La velocità a colori in modalità mista testo e grafica, è passata da 17 pagine al minuto in modalità bozza, alle attuali 24 ppm, mentre in modalità monocromatica si è passati da 25 ppm a un massimo di 30 ppm. Ma quello che più interessa è la velocità della Pixma IP5200R nella stampa di fotografie. In pratica, grazie a un numero nettamente maggiore di ugelli (si è passati infatti da 1.856 ugelli dei modelli Pixma IP4000R e IP5000, agli attuali 3.584) è possibile stampare una fotografia in formato 10×15 cm in circa 36 secondi in modalità alta qualità. I valori relativi alla stampa fotografica dichiarati dal produttore sono stati riscontrati anche durante le nostre sessioni di test, durante i quali abbiamo preso il tempo anche per la stampa alla massima qualità fotografica. I tempi in questo caso sono naturalmente maggiori, ma assolutamente di ottimo livello: 94 secondi per il formato 10×15, 116 secondi per quello 13×18 e poco più di 6 minuti e 30 per il formato A4 a piena pagina. All’ottima velocità di stampa, Canon ha aggiunto in questa nuova famiglia di prodotti un nuovo sistema proprietario per migliorare sensibilmente la durata delle fotografie. Il sistema Chroma- Life100 racchiude tutti i fattori coinvolti direttamente nella stampa come le testine di stampa Fine, gli inchiostri ad alta densità ottica e la carta fotografica ad alto assorbimento. In questo modo riesce a ottenere uno schermo efficace contro i danni derivanti dall’esposizione alla luce, all’aria e all’umidità. Vale la pena sottolineare che i dati dichiarati relativi alla durata, ovvero 100 anni se conservate in album, 30 se conservate in cornice e 10 se esposte all’aria, sono basati su test di laboratorio e non possono essere garantiti. I cinque inchiostri utilizzati sono separati per una migliore gestione dei costi dei consumabili. Per la prima volta Canon integra sulle cartucce dei segnalatori luminosi per indicare il livello dell’inchiostro, e in base alla frequenza del lampeggio si può intuire facilmente quando si è prossimi all’esaurimento. Questa periferica ha una buona predisposizione per impieghi professionali, vista anche l’elevata qualità di stampa, le ottime prestazioni, ma anche dalla possibilità di condivisione all’interno di un gruppo di lavoro grazie all’integrazione di due tipi di interfacce di rete.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore